Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Online la mappa italiana di Comuni e Asl “mafiosi”

Sul sito www.federalismocriminale.it pubblicati anche tutti i decreti di scioglimento delle amministrazioni accusate di collusione con le organizzazioni criminali

18 Feb 2010

Una mappa digitale dei comuni e delle asl sciolti per mafia dal
1991 ad oggi, con tanto di decreti di scioglimento e relazioni
allegate, per permettere ai cittadini di essere informati sui
comuni sciolti e sulle motivazioni degli scioglimenti. Il progetto
parte dal libro “Federalismo criminale” di Nello Trocchia, un
giornalista che ha raccolto tutte le storie dei comuni sciolti per
mafia.

“Uno spazio aperto perché l’informazione circoli liberamente
– spiega Nello Trocchia -, perché la conoscenza della collusione
tra mafia e politica, dei suoi effetti sui servizi al cittadino,
possa diventare patrimonio condiviso: per questo ho deciso di
mettere online la documentazione che ha dato corpo al libro”.

Il sito che ospiterà questa sorta di mappa digitale del crimine
organizzato è www.federalismocriminale.it. Al progetto, che sarà
presentato questa sera a Roma in un dibattito organizzato
dall’associazione Dasud, hanno dato la loro adesione vari
partner: LiberaInformazione, l’osservatorio nazionale
sull’informazione per la legalità e contro le mafie, Avviso
Pubblico, Enti Locali e Regioni per la formazione civile contro le
mafie, e Narcomafie, una rivista di informazione sulle mafie.