Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Operazione BSkyB, in vista boom di utili per Murdoch

Enders Analysis: l’acquisizione dell’emittente satellitare (in settimana la decisione del regolatore) porterà al raddoppio il biz dello Squalo entro i prossimi cinque anni. E farà volare le revenue oltre gli 8 miliardi di sterline, superando i ricavi combinati di Bbc, Itv, Channel 4 e Channel 5

27 Giu 2011

Gli utili di British Sky Broadcasting raddoppieranno nei prossimi
cinque anni, aumentando notevolmente il contributo alla
redditività di News Corp., se l’acquisizione da parte del gruppo
di Rupert Murdoch dell'emittente satellitare andrà in porto. A
prevederlo è Toby Syfret, uno dei principali analisti di Enders
Analysis, in uno studio visionato in anteprima dal Financial
Times.

Nei prossimi giorni il segretario alla Cultura britannico Jeremy
Hunt dovrebbe annunciare l’esito della consultazione sulle
modifiche alle condizioni dell'offerta di Murdoch e far sapere
se l’acquisizione può ottenere il via libera. Syfret sostiene
che se il disco verde arriverà, gli utili prima di tasse e
interessi di BSkyB saliranno da 845 milioni di sterline nel 2010 a
1,7 miliardi di sterline nel 2015, mentre i ricavi passeranno da
5,7 a 8,1 miliardi e così BSkyB supererebbe il giro d'affari
combinato di Bbc, Itv, Channel 4 e Channel 5.

Secondo Syfret questo risultato sarebbe ottenuto sia grazie alla
crescita interna della società che alla libertà di “ridurre in
modo discrezionale gli investimenti nel marketing e
nell'acquisto di contenuti”. "Anche per un player
globale dei media del peso di News Corp, BSkyB rappresenta
un'aggiunta importante ai risultati consolidati e assume una
notevole importanza strategica", afferma l’analista.

Syfret nota che acquisendo il 60,9% delle azioni di BSkyB che
ancora non possiede, News Corp fa balzare le sue revenues annuali
di "non meno del 25% e aggiunge quasi un 30% in più
all’utile operativo”.

"BSkyB si troverà in una sensazionale fase di crescita nel
periodo 2010-2015, un caso quasi unico al mondo", aggiunge
Syfret.

L’acquisizione avrà naturalmente anche dei costi, ma
controbilanciati perfettamente dall’aumento delle revenues.
Syfret calcola probabili aumenti di spese nel marketing, nella
produzione di contenuti e nel broadcasting per BSkyB, ma "Il
31% di aumento dei costi tra il 2010 e il 2015 è ben inferiore al
previsto incremento del 42% dei ricavi. L'effetto è quello di
raddoppiare i profitti operativi nei cinque anni considerati”,
scrive Syfret.

News Corp e BSkyB non hanno commentato, ma alcuni analisti dicono
che la Enders Analysis ha fornito una previsione ottimistica
dell’impatto dell’acquisizione dell’operatore satellitare da
parte del gruppo del magnate australiano. “Certamente News Corp
crede nelle grandi potenziali di crescita di BSkyB, ma è vedere il
quadro molto in rosa quando si afferma che gli investimenti saranno
discrezionali, visto che Sky si trova ad operare su un mercato
molto competitivo e i fattori economici potrebbero restare
difficili ancora per i prossimi anni”, commentano gli esperti
sentiti dal Ft.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link