Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

TivùSat: decoder oltre le attese. E da gennaio card agli abbonati Rai

10 Dic 2009

Raddoppiati gli obiettivi di vendita per TivùSat: la piattaforma
satellitare gratuita ha venduto 570mila carte magnetiche, superando
l’asticella delle 300mila, obiettivo indicato nei mesi scorsi
dall’azienda.
TivùSat è partecipata dai 3 operatori televisivi (Rai e Mediaset,
con una piccola partecipazione di Telecom Italia Media) ed è nata
lo scorso agosto con un doppio scopo: scalfire il monopolio di Sky
sul satellite e fornire il digitale terrestre anche a quegli utenti
che non ricevono il segnale terrestre (e dunque costretti a montare
una parabola).

Per ricevere il segnale via Tivùsat, oltre alla parabola e al
decoder dedicato, serve una carta che viene venduta da TivùSat ai
produttori di decoder e non direttamente al consumatore finale. I
decoder vengono poi distribuiti contestualmente alla carta. Fra i
produttori di decoder certificati TivùSat, Telesystem, Adb, Humax,
Fuba, Irradio e Zodiac. Dopo le polemiche delle ultime settimane
sull’irreperibilità dei decoder, la risposta di TivùSat è
proprio in questo dato: se i produttori hanno acquistato 570mila
carte vuol dire che i decoder ci sono.

Un comunicato di TivùSat sottolinea che “questo eccezionale
risultato significa che più di mezzo milione di decoder è stato
già immesso o sta per essere immesso sul mercato italiano. Ciò
testimonia una forte risposta del mercato e dell’industria, che
si appresta a lanciare tre nuovi modelli di decoder certificati
TivùSat. Il trend positivo è per altro confermato
dall’accelerazione delle attivazioni, che ormai si attestano
sulle 1.500 al giorno”.

“Verificheremo i dati e anche che non ci sia zona del Paese che
non riceva il servizio. La Rai deve essere su tutte le piattaforme
tecnologiche”, ha detto al Sole 24ore il presidente di Agcom
Corrado Calabrò. Considerando che il segnale di TivùSat è
diffuso attraverso il satellite di Eutelsat che copre l’intero
territorio italiano, appare evidente – scrive il giornale – che
Calabrò si riferisce alla disponibilità dei decoder e alla loro
reperibilità. Il presidente di TivùSat Luca Balestrieri dichiara
che dal prossimo anno anche la Rai distribuirà le carte di
TivùSat agli abbonati. Tuttavia la società non garantirà che
tali carte funzionino con tutti i decoder, mentre naturalmente
garantisce i decoder e le carte vendute assieme nella grande
distribuzione.