Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Uk, Facebook lancia panic button. La app che tutela i minori

L’applicazione sviluppata in collaborazione con il Child Exploitation and Online Protection Centre. La Vp Shields: “Per proteggere i ragazzi serve uno sforzo congiunto di aziende e istituzioni”

12 Lug 2010

Un bottone anti-panico. È quello che, da oggi, posso utilizzare
gli utenti inglesi di Facebook al di sotto dei 18 anni per
difendersi dai molestatori. “Panic button” – questo il nome
della nuova applicazioni – è un avviso automatico pubblicato
sulla homepage del social network che invita a segnalare eventuali
abusi.

L'iniziativa, frutto della collaborazione il sito di Mark
Zuckerberg e il Child Exploitation and Online Protection Centre
britannico, è stata lanciata dopo che lo stupratore seriale Peter
Chapman ha violentato e ucciso una 17enne conosciuta su
Facebook.

''Non c'è una formula magica per rendere internet un
luogo sicuro, ma abbiamo sviluppato un nuovo metodo per aiutare i
giovani a sentirsi tutelati online- spiega Joanna Shields, la
vicepresidente di Facebook per l'Europa, il Medio Oriente e
l'Africa -. Solo attraverso lo sforzo congiunto
dell'industria, della polizia, dei genitori e dei ragazzi
stessi che potremo mantenere la rete sicura''.