Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

114 caselle Pec. Il “vanto” della Corte dei Conti

La magistratura contabile conta di arrivare a quota 290 entro la fine di maggio. Palazzo Vidoni: 140.035 i cittadini italiani che hanno attivato la e-mail certificata

05 Mag 2010

114 caselle di Posta elettronica certificata. Sono quelle già
attivate dalla Corte dei Conti che, inoltre, conta di arrivare a
quota 290 entro la fine di maggio. A diffondere i dati lo stesso
ministro Brunetta che oggi ha visitato la sede della magistratura
contabile, decisamente una best practice per
l'informatizzazione e l'uso delle nuove tecnologie.
Tecnologie avanzate come quelle utilizzate dal Ced per mettere in
comunicazione fra loro le 31 sedi della Corte dei Conti e per
controllare 3.500 postazioni di lavoro con 15 differenti sistemi
applicativi.

Intanto Palazzo Vidoni i fa sapere che sono arrivati a quota
140.035 i cittadini che hanno attivato una casella Pec, mentre sono
più che raddoppiate (passando da 3.500 a 7.400) le pubbliche
amministrazioni che hanno pubblicato i propri indirizzi sia sul
proprio sito istituzionale sia nell’Indice delle Pubbliche
Amministrazioni (www.indicepa.gov.it)