Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Infrastrutture hi-tech in 74 scuole dell’Aquilano

Via al progetto biennale promosso dalla Fondazione Ibm Italia: in campo postazioni multimediali e attività di formazione per i docenti

30 Set 2009

KidSmart in Abruzzo: questo il nome del progetto hi-tech biennale
che prende il via oggi a L’Aquila nell'ambito delle
iniziative legate alla ricostruzione post-sisma.
Promosso dalla Fondazione Ibm Italia in collaborazione con
l’Ufficio scolastico regionale locale, il progetto ha due
principali obiettivi: contribuire alla costruzione di una
infrastruttura tecnologica nelle scuole, favorendo l’integrazione
del computer nella didattica in modo innovativo; fornire,
attraverso un articolato corso di formazione per i docenti, gli
strumenti e le risorse necessarie per l’elaborazione degli
episodi traumatici e per la gestione delle situazioni di
emergenza.

In dettaglio è prevista la donazione di 131 postazioni
multimediali ad altrettante sezioni di 74 scuole situate nei 49
comuni compresi nel cratere del sisma, per un totale di oltre 2700
bambini coinvolti. "La postazione multimediale, donata
nell’ambito del progetto, è stata appositamente progettata per
essere utilizzata con facilità e sicurezza dai bambini fin dalla
più tenera età. Si tratta di una struttura in plastica dai colori
vivaci e dalle forme arrotondate che contiene un computer. –
spiegano dalla Fondazione Ibm Italia -. E' inoltre corredata da
un seggiolino bi-posto che permette ai piccoli di sedersi in coppia
davanti al computer e di utilizzarlo insieme, condividendo giochi e
scoperte".

Riguardo alla formazione dei docenti la Fondazione punta sul ruolo
della tecnologia in qualità di "medium" utile per la
ricostruzione di contatti e di reti comunitarie. "Gli
strumenti tecnologici possono rappresentare una risorsa utile per
la ri-costruzione e il consolidamento di reti relazionali stabili,
durature nel tempo, estese e capillari, sostenute e supportate da
esperti e specialisti- tra cui consulenti, psicologi, pedagogisti,
operatori tecnici locali e di altre regioni". Tre i team di
formatori, costituiti da esperti di psicologia dell’emergenza e
del trauma, psicopedagogisti con esperienza di formazione in
contesti educativi arricchiti dalle tecnologie digitali ed esperti
della Fondazione Ibm Italia.

“KidSmart in Abruzzo” fa capo all'iniziativa KidSmart,
programma di Ibm volto ad avvicinare i bambini dai tre ai sei anni
a una tecnologia facile da usare attraverso la donazione delle
postazioni multimediali Early Learning Center alle scuole
dell’infanzia e un percorso formativo dedicato agli insegnanti.