Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

A Roma Smau ed Expo Comm premiano l’Ict che innova

Per la prima volta in contemporanea nella Capitale gli eventi sono stati l’occasione per conferire il riconoscimento a imprese e PA che hanno messo in campo i progetti più originali. Tra i premiati Inail, Università Sapienza e il Gruppo Maiorana

30 Mar 2011

Aperta oggi la seconda edizione di Smau Business Roma, l’evento
sulle tecnologie informatiche organizzato in collaborazione con
Unindustria – Unione degli Industriali e delle Imprese di Roma,
Frosinone, Rieti, Viterbo e Confcommercio Roma, per la prima volta
quest’anno in contemporanea con Expo Comm Italia.

Secondo MaryAnn Krause, presidente di Expo
Comm“la presenza contemporanea nello stesso quartiere fieristico
di Expo Comm e Smau Business va incontro in modo più completo al
bisogno di tecnologia del mercato italiano, offrendo alle aziende
maggiori opportunità di networking e di confronto sui temi
dell’information and communication technology e telemunicazioni
create dal network internazionale di Expo Comm. Questa
collaborazione è anche nuovo passo per rendere Roma centrale
rispetto alle emergenti esigenze di accesso digitale dei paesi che
si affacciano sul mediterraneo. Expo Comm, nelle sue prossime
edizioni, vuol essere sempre più uno strumento di sviluppo per le
aziende ICT italiane che sono interessate a questi importanti
mercati emergenti.

Pierantonio Macola, Ad di Smau, nel fare il punto
sulla situazione attuale del mercato ICctin Italia ha dichiarato:
“Secondo gli ultimi dati diffusi1 è in atto una ripresa del
mercato dell’Information e Communication Technology in Italia con
un +2,8% proveniente dal fatturato hardware, una crescita del 15,7%
dei Pc venduti, un aumento del 6,9% degli accessi alla banda larga
e una crescita del fatturato dei servizi internet del 7,4%. A
guidare la ripresa sono le nuovissime tecnologie che si stanno
diffondendo negli ultimi mesi e che saranno le protagoniste
indiscusse di Smau Business Roma: il Cloud Computing in primis, la
tecnologia che rivoluzionerà il modo di lavorare in azienda, in
grado di dimezzare i costi che le imprese devono sostenere
attraverso soluzioni a consumo in funzione delle esigenze del
momento, utilizzato dal 52%2 delle imprese italiane, i Tablet PC
(nel solo 2010 ne sono stati venduti 428.000)3 , gli Smartphone, la
cui vendita nel 2010 è raddoppiata a 4 milioni4 e, ancora
l’e-Commerce e i Social Network. Una rivoluzione che coinvolge
anche il mondo del lavoro facendo nascere nuove professioni legate
ai social network, al web 2.0 e all’e-commerce. Tali cambiamenti
impongono un aggiornamento professionale non solo agli imprenditori
ma anche ai manager tradizionalmente deputati alla funzione IT, per
cogliere appieno le nuove opportunità che si stanno presentando
(sempre più diffusa nelle aziende la figura dell’Innovation
Manager). Queste le tematiche presentate nella due giorni romana
all’interno di un’area espositiva che presenterà le novità di
oltre 120 fornitori di soluzioni ICT (+ 15% rispetto allo scorso
anno) tra cui Adobe, Canon, Cisco, Dell, Fastweb, HP, Ibm, Intel,
Microsoft, Oracle, Sap, Wind e Zucchetti e un calendario di 80
workshop e laboratori che coinvolgeranno le più prestigiose
business school e i migliori analisti di mercato tra cui Aism,
Adico, Assintel, Gartner, Iwa, Intermedia Selection, School of
Management del Politecnico di Milano, Sda Bocconi School of
Management.”

Tra le istituzioni presenti alla mattinata inaugurale, anche
l’assessore Davide Bordoni ha dichiarato:
“Roma ha un ruolo da protagonista nei settori più performanti
della società della comunicazione e dell’innovazione:
informatica, telecomunicazioni, audiovisivo. In questi tre settori
costituisce ormai il maggior polo industriale italiano e uno dei
più importanti a livello europeo. Per questa ragione
l’amministrazione capitolina patrocina e sostiene il consorzio
per il Distretto dell’Audiovisivo e dell’ICT, che raggruppa
circa 60 tra imprese e associazioni di categoria. Roma Capitale è
già ente utilizzatore dei progetti di infomobilità e e-commerce
derivanti dal bando del Piano Industria 2015 del Mise e, insieme al
Distretto, vuole anche mettere le nuove tecnologie al servizio
della vivibilità della città e della valorizzazione dei suoi
sedimenti storici e della modernità dell’industria
dell’audiovisivo. Si sta lavorando – ha concluso Bordoni –
per costruire, con le imprese e i centri di ricerca interessati,
tre Distretti Tecnologici, ai sensi della normativa europea e del
Miur, rivolti il primo all’Ict, il secondo ai beni e alle
attività culturali e il terzo all’aerospazio”.

Nel consegnare il premio Ict Raffaello Balocco,
responsabile Scientifico dell’Osservatorio Ict&Pmi della School
of Management del Politecnico di Milano, ha sottolineato che
“stiamo assistendo ad un innegabile miglioramento dal punto di
vista ICT nelle imprese italiane, anche se spesso soffriamo ancora
di un gap strutturale nei confronti di altri paesi. Segnali
positivi possiamo coglierli osservando il livello di Maturità ICT
per le PMI, che sia da un punto di vista delle infrastrutture sia
negli applicativi utilizzano le tecnologie in modo più evoluto. In
particolare, alcune soluzioni sembrano essere particolarmente
interessanti per aumentare il livello di competitività delle
nostre imprese: cloud computing, fatturazione elettronica e de
materializzazione, soluzioni a supporto della collaborazione,
digital marketing. Per questa ragione, un’iniziativa come il
Premio per l’Innovazione che oggi consegniamo ha il merito di far
sviluppare le potenzialità dell’Ict, di farne cogliere gli
impatti positivi abilitando le imprese a cambiamenti che possono
rivelarsi fattori critici di successo. Premiare le eccellenze è un
sicuro volano per creare competizione e spirito di emulazione anche
in altre realtà e imprese che ancora devono cogliere appieno la
sfida dell’Ict”.

Ecco di seguito la lista dei vincitori del Premio Innovazione Ict
Lazio
1. categoria SISTEMI GESTIONALI INTEGRATI, BUSINESS INTELLIGENCE E
CRM: Installazione Impianti, azienda di Roma specializzata nella
realizzazione di opere edili, che ha introdotto una soluzione
realizzata da Gei Soft, business partner Ibm
2. categoria FATTURAZIONE ELETTRONICA E DEMATERIALIZZAZIONE:
ministero della Difesa, che ha migliorato la propria efficienza
grazie alla collaborazione con Adobe
3. categoria MOBILE& WIRELESS: Inail che ha lavorato ad un progetto
mobile innovativo per migliorare la soddisfazione
dell’utenza.
4. categoria INFRASTRUTTURE IT E DI COMUNICAZIONE: 3G, azienda di
Roma operante nel settore di servizi di outsourcing operativo per
imprese, pubbliche ammistrazioni ed istituzioni che ha realizzato
un progetto con Fastweb; Retitalia Internazionale Ice (Istituto per
il Commercio Estero) per un progetto sviluppato con Gruppo
Filippetti, business partner Oracle
5. categoria ICT NEL RETAIL: Gruppo Maiorana, con sede a Roma e
operante nei settori della distribuzione al dettaglio ed
all’ingrosso, che ha realizzato un progetto con NextiraOne,
business partner Cisco; Divella Group, società proprietaria di una
catena di supermercati
6. categoria PA E SANITÀ: Università La Sapienza di Roma che ha
realizzato un progetto con Harpa, business partner HP.