Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Alcatel-Lucent torna all’utile: profitti per 43 milioni

Inversione di tendenza nel secondo trimestre: il rosso di 184 milioni registrato lo scorso anno è ormai alle spalle. Fatturato in crescita del 2,4% a 3,9 miliardi leggermente al di sotto delle stime degli analisti

28 Lug 2011

Alcatel-Lucent ha chiuso il secondo trimestre con un profitto netto
di 43 milioni di euro, contro il “buco” da 184 milioni di euro
dell'anno precedente. Il ritorno all'utile è dovuto
all´aumento del fatturato, cresciuto nel trimestre del 2,4% a 3,9
miliardi di euro. Il margine operativo "adjusted" ammonta
a 108 milioni di euro, dai precedenti 28 milioni. Il risultato, che
fa mantenere al gruppo delle telecomunicazioni l'outlook per il
2011, tuttavia non soddisfa le attese degli analisti, che si
aspettavano in media un fatturato di 4,01 miliardi di euro e un
margine operativo adjusted di 138,4 milioni.

Intanto la società punta sulle intese tecnologoche, come quella
con Smart Technologies. In base all’accordo, i prodotti per le
aziende di Smart saranno integrati con My Teamwork di Alu per le
comunicazioni business multimediali e multi-user, per offrire una
nuova soluzione per la comunicazione video nei meeting di lavoro.
La soluzione integrata è stata creata per offrire un maggiore
coinvolgimento, riducendo al contempo i costi.

“Offriamo ai nostri clienti le tecnologie più avanzate e il
nostro accordo con Smart ci consente di offrire tecnologia
all’avanguardia per la collaborazione video. Questo contratto
rispecchia la nostra strategia che prevede di collaborare solo con
i migliori partner – spiega Tom Burns, president Enterprise &
Strategic Industries di Alcatel-Lucent – Il nostro obiettivo è
fornire soluzioni aperte e basate su standard che danno alle
aziende la possibilità di scegliere tra tutti i canali, inclusi i
video”.

My Teamwork offre comunicazioni multimediali utilizzando strumenti
quali instant messaging (Im), telefonia, conferenza audio-video e
collaborazione via web. I partecipanti possono interagire da remoto
da qualsiasi parte nel mondo, migliorando la produttività e
riducendo le emissioni di Co2 dell’azienda. Tra i prodotti
compresi nell’accordo compaiono il sistema per lavagna
interattiva a parete Smart Board 685ix, con proiettore integrato a
corto raggio Smart UX60 e cavo di avvio automatico Smart GoWire,
unitamente al software Smart Meeting Pro 2.2. La soluzione
integrata è disponibile a livello globale presso i rivenditori
autorizzati Alcatel-Lucent.

“Considerato che le organizzazioni di tutte le dimensioni a
livello globale sempre più spesso scelgono soluzioni basate su
tecnologia interattiva più efficace per lavorare sia localmente
sia da remoto, hanno la necessità di disporre di strumenti
efficienti ed efficaci che permettano di aumentare la produttività
e migliorare la collaborazione nei meeting – puntualizza Tom
Hodson, President e Coo di Smart Technologies Ulc – E’ un onore
lavorare con Alcatel-Lucent per creare questa nuova soluzione
integrata.”