Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

All’università di Berlino la telemedicina si fa con Genesys

05 Nov 2010

Alcatel-Lucent annuncia che il centro di telemedicina Charité
dell’Università di Medicina di Berlino (Tmcc) implementerà
Genesys Customer Interaction Management system e la piattaforma
Genesys Video per fornire supporto a distanza per le urgenze
pre-cliniche e per l’assistenza domiciliare dei malati cronici
che partecipano ai diversi progetti di ricerca sostenuti dal
ministero tedesco per l’Istruzione e la Ricerca.

Video Contact Center di Genesys è progettato per migliorare la
comunicazione tra tutte le parti coinvolte nel fornire le cure
mediche, offrendo a medici e specialisti gli strumenti necessari
per il primo soccorso a distanza. Ad esempio, i paramedici in
un'ambulanza potranno scambiare informazioni vitali sul
paziente, come i risultati dell’elettrocardiogramma, direttamente
con l'ospedale, consentendo al personale medico di essere
meglio preparato all’arrivo del paziente.

Ma questa tecnologia consentirà anche di velocizzare i consulti
tra medici, aiutandoli a verificare la propria diagnosi e scegliere
la cura migliore dopo avere comunicato con Video Contact Centre
tutte le informazioni del paziente a uno specialista per un secondo
consulto.

"La tecnologia innovativi dei contact center combinata alla
telemedicina amplierà il campo di applicazioni delle tele-terapie
mediche", afferma il dottor Schultz. "Abbiamo a che fare
con la salute dei pazienti ed è quindi essenziale avvalerci di una
soluzione in grado di offrire attendibilità e qualità delle
immagini per valutare accuratamente la situazione.
L'affidabilità delle soluzioni Genesys, la vasta esperienza
del team, oltre alla flessibilità delle sue soluzioni ci ha spinto
a scegliere questa piattaforma. Ciò ci consentirà di risparmiare
tempo e costi, sia nella fase di implementazione che nei futuri
aggiornamenti".