Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

UNIONE EUROPEA

Antitrust Ue, ispezioni a sorpresa per le telco “dominanti”

Nel mirino Orange, Deutsche Telekom e Telefonica. Obiettivo: rilevare eventuali violazioni delle norme che vietano l’abuso di posizione dominante

11 Lug 2013

F.Me.

L’Antitrust Ue ha effettuato ispezioni a sorpresa negli uffici di alcuni operatori di Tlc che forniscono connettività Internet. La Commissione europea teme che le società in questione abbiano violato le norme antitrust che vietano l’abuso di posizione dominante. I funzionari della Commissione – si legge nella nota Ue – sono stati accompagnati dai loro omologhi delle autorità antitrust nazionali.

Le ispezioni a sorpresa dello scorso luglio sono solo un passo preliminare per rilevare pratiche anticoncorrenziali sospette. Il fatto che la Commissione proceda a tali ispezioni non significa che le società siano colpevoli di comportamento anticoncorrenziale – precisa la Ue – né tantomeno pregiudicano l’esito dell’indagine stessa. La Commissione rispetta i diritti della difesa, in particolare il diritto della società di essere ascoltato nei procedimenti antitrust”. La Ue comunque non renderà ancora i nomi delle aziende coinvolte; secondo le Figaro le perquisizioni hanno interessato Orange, Deutsche Telekom e Telefonica – fonti vicine alle aziende hanno poi confermato – mentre Telecom Italia non sarebbe stata toccata.

Tramite un comunicato Orange ha confermato di aver subito le perquisizioni. “Orange sta collaborando attivamente con i funzionari della Commissione europea e per il momento non è stata incriminata per alcun reato”, ha riferito la multinazionale.

Non esistono termini di legge entro cui terminare le indagini ssu comportamenti anticoncorrenziali. La loro durata dipende da una serie di fattori, tra cui la complessità di ogni singolo caso, la misura in cui le imprese interessate cooperano con la Commissione e l’esercizio dei diritti di difesa.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
antitrust ue
O
orange
T
telecom