Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Attiva la convenzione Consip per le centrali telefoniche della PA

16 Feb 2011

A partire dal 16 febbraio sarà attiva la convenzione per la
fornitura, messa in opera e manutenzione dei centralini telefonici
e dei prodotti e servizi accessori per le pubbliche amministrazioni
aggiudicata da Consip a favore di Fastweb. Con questa convenzione,
Fastweb conferma la sua competenza di fornitore certificato per
tutte le esigenze di connettività fissa della Pubblica
Amministrazione, telefonia e dati. La gara è stata aggiudicata in
base al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e
l’offerta di Fastweb è stata la più vantaggiosa con il massimo
punteggio tecnico raggiungibile e un ribasso del 54% rispetto al
prezzo della base d’asta.

La convenzione stipulata ha un importo massimo di quaranta milioni
di euro (il valore complessivo dei beni acquistabili in convenzione
dalle PA al prezzo convenuto). La durata dell’appalto è di
ventiquattro mesi dalla data di attivazione della Convenzione e
può essere prorogata fino a ulteriori sei mesi qualora, alla
scadenza del termine, non fosse esaurito l’importo massimo. Ogni
Ente può scegliere la durata del proprio contratto, che avrà
validità da un minimo di un anno a un massimo di quattro anni.

La convenzione riguarda la fornitura di servizi di assistenza
tecnica (manutenzione e gestione) e le forniture per
l’adeguamento del parco delle centrali telefoniche pre-installate
presso le Pubbliche Amministrazioni. Inoltre Fastweb garantisce
corsi di formazione al personale addetto.
Obiettivo della convenzione è la realizzazione di una moderna rete
telefonica che offra immediati vantaggi funzionali per l'utenza
interna ed esterna alla Pubblica Amministrazione e che assicuri,
inoltre, l'evoluzione delle tecnologie e la migrazione delle
soluzioni verso servizi IP sempre più evoluti. A Fastweb sarà
affidato anche il compito dello smaltimento dei centralini
esistenti e di ogni altro apparato non più utilizzato,
nell'ottica dell'ecocompatibilità.