Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Banda larga, la Sardegna punta al potenziamento nei distretti industriali

Le Regione partecipa al quarto bando di gara per la realizzazione di reti in fibra e broadband indetto dal ministero dello Sviluppo economico. L’assessore Zedda: “Priorità al distretto del sughero di Tempio Pausania”

18 Gen 2012

La Regione Sardegna partecipa al quarto bando di gara per la progettazione e la realizzazione di infrastrutture in fibra ottica per la rete a banda larga, indetto dal Ministero dello Sviluppo Economico, e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 29 dicembre scorso. Lo rende noto l’assessore dell’Industria, Alessandra Zedda. "La Sardegna – precisa, in una nota – fa parte del terzo lotto del bando, insieme al Lazio, alle Marche e alla Toscana per un importo complessivo di euro 15.939.421".

"L’assessorato dell’Industria – aggiunge Zedda – ha sottoscritto una convenzione con il Mise per lo sviluppo della banda larga nei distretti industriali, mettendo a bando la somma di 3.380.300 euro".
Tali risorse, spiega l’assessore, "saranno orientate al potenziamento del servizio di connettività per eliminare, o quantomeno ridurre il divario digitale, soprattutto nelle aree a forte concentrazione di imprese, e prioritariamente nel distretto del Sughero a Calangianus-Tempio Pausania, e di seguito, sulla base della valutazione economica dei costi e delle risorse disponibili, nei distretti del Lapideo nelle province dell’Ogliastra, Nuoro e Olbia-Temp io, e in quelli della Moda e del Tessile nei territori dell’Ogliastra, Oristano e Nuoro".

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
BANDA LARGA
S
SARDEGNA