Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Carnovale (Visionee): “La domotica? Non è un lusso e permette di risparmiare”

Annunciata sul mercato la piattaforma made in Italy Smart Power & Home interamente basata su protocollo ZigBee. Elettrodomestici e impianti si “parlano” via wireless: consumi sotto controllo in tempo reale

06 Mag 2011

Prese “intelligenti”, interruttori con dimming, moduli di
controllo per luci, tende e tapparelle, telecomando ed applicazioni
di comando e controllo via decoder, smartphone, tablet, pc: questi
gli ingredienti della “Smart Power & Home”, la piattaforma
domotica appena annunciata sul mercato dall'italiana
Visionee,

Cuore del sistema di comunicazione è il protocollo Zigbee che
permette di mettere in comunicazione le periferiche in modalità
wireless, consentendo agli utenti la misurazione in tempo reale dei
consumi energetici dell’intera abitazione o del singolo
elettrodomestico e di pianificare "scenari" di
ottimizzazione.

“La domotica è sempre stata venduta come una soluzione di
lusso” spiega Gianmarco Carnovale, Consigliere Delegato di
Visionee “ma la verità è che una conoscenza dettagliata ed
aggregata dei consumi consente di avere informazioni chiave per
effettuare delle scelte, e quindi risparmiare. Con questo sistema
si può decidere se e dove agire per contenere i costi secondo
azioni manuali o configurazioni automatiche: per esempio non c’è
motivo di tenere sempre le lampadine al 100% della potenza, a
seconda della luce naturale che arriva nelle stanze nei diversi
orari si possono predisporre le luci ad una potenza ridotta,
definibile dall’utilizzatore. Così come è possibile spegnere le
prese a cui sono collegati i televisori per azzerare i costi di
stand-by – ma anche per impedirne l’uso durante le ore di studio
dei figli – o ancora fruire dell’anima “confort” del sistema
domotico configurando scenari per cui, all’avvio della visione di
un film sul decoder, le luci si affievoliscono e le tapparelle o le
tende si chiudono”.

La soluzione nasce per adattarsi ad impianti esistenti, essendo le
periferiche disegnate per adattarsi all’interno delle scatole
standard di prese ed interruttori. Ma è rilevante anche il
risparmio nel caso di nuovi impianti, dato che non è necessario
posare cavi per gli interruttori che sono alimentati a batterie. Il
sistema è previsto per evolversi nella direzione
dell’integrazione con sistemi di climatizzazione, allarme,
apertura cancelli, misurazione dei consumi di acqua e gas, ed
interfacciamento per gestione di ogni elettrodomestico od apparato
automatico che possa essere inserito nell’abitazione; a tal fine
Visionee sta dialogando con potenziali partner tra i produttori di
tali sistemi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link