Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

CartaSi “accetta” la sfida del mobile payment

Grazie all’accordo con Buongiorno via alla piattaforma Cashlog per i micro-pagamenti in mobilità. Intanto Visa punta su Square, la hi-tech company creata da uno dei fondatori di Twitter

28 Apr 2011

Da oggi è ufficialmente disponibile sul mercato italiano la
soluzione completa di pagamento per il commercio elettronico
targata CartaSi  e Buongiorno. L’offerta in “bundle” di
CartaSi e Buongiorno, la prima nel suo genere, permette agli
esercenti online di offrire ai propri clienti tre diverse modalità
di pagamento: carta di credito, tramite il pos virtuale di CartaSi,
Sipay (il borsellino elettronico di CartaSi) e Cashlog di
Buongiorno (la soluzione innovativa che facilita i micro pagamenti
tramite addebito su credito telefonico).

La soluzione – nata con l’obiettivo di acquisire la leadership
europea nei sistemi di monetica multicanale per il mercato digitale
– è il risultato dell’accordo commerciale sottoscritto a
settembre 2010 dalle due società: un accordo che permette alle due
aziende di incrementare la propria posizione nell’e-Commerce.
CartaSi, da oggi, può offrire una gamma completa di sistemi di
pagamento online e dare così un’ulteriore spinta
all’e-commerce (nell’ultimo anno, 2,5 milioni di carte CartaSi
hanno effettuato 27,5 milioni di acquisti per un importo
complessivo di oltre 2,45 mld di euro). Il pos virtuale di CartaSi
e Sipay, garantiscono inoltre tutti i protocolli di sicurezza ad
oggi esistenti (VbV/Scm/CV2/Bram Program). Buongiorno attraverso
Cashlog entra nel mercato dei pagamenti con un prodotto innovativo
che facilita gli acquisti online grazie allo strumento più diffuso
in Italia: il telefonino.

Il risultato della partnership è dunque un’offerta in grado di
soddisfare le esigenze di qualsiasi tipologia di cliente per
l’acquisto di beni e servizi digitali. Gli esercenti che si
doteranno di questo sistema, infatti, potranno offrire i propri
beni e servizi ai titolari di carta di credito, ai clienti non
bancarizzati e a tutti coloro che preferiscono pagare attraverso il
proprio credito telefonico. Gli esercenti potranno inoltre gestire
comodamente e in massima sicurezza tutte le tipologie di
transazioni, da quelle di piccolo importo a quelle di costo più
elevato, siano esse singole o ricorrenti.

CartaSi garantisce l’accettazione di tutte le maggiori carte,
grazie al suo pos virtuale, e dei pagamenti effettuati tramite
Sipay, la rete di pagamento online aperta a tutti, anche a chi non
è titolare di una carta CartaSi; Buongiorno con Cashlog,
garantisce l’accettazione di singole transazioni o abbonamenti a
servizi digitali attraverso addebito telefonico, senza necessità
di alcuna relazione bancaria, fino a un limite massimo di 15 euro
per transazione.

CartaSi e Buongiorno portano in questa partnership competenze
uniche maturate nei  rispettivi mercati di riferimento. Una
complementarietà, però, non solo tecnologica. “CartaSi e
Buongiorno sono due realtà fortemente complementari anche dal
punto di vista commerciale: per le aree geografiche coperte, per la
tipologia di esercenti a cui si rivolgono, per i canali (web e
mobile) su cui sono specializzate – ha commentato Gianluca De
Cobelli, Direttore Commerciale di CartaSi – Proprio grazie a questa
complementarietà, la partnership ci permetterà, oltre che di
rafforzare il nostro presidio sulle transazioni web e mobile, di
raggiungere due obbiettivi fondamentali: rendere gli acquisti su
internet più flessibili e vicini alle esigenze di esercenti e
acquirenti online, riuscire a replicare anche in futuro la crescita
registrata dall’e-commerce in Italia nel 2010: +7,6% su media
annua, con un incremento nel numero degli acquirenti (+2,3%) oltre
che negli importi medi di spesa (+5,1%). È per noi uno stimolo ad
investire in nuove soluzioni da mettere a disposizione dei
merchant, a partire dai 16.000 siti di e-commerce che già
utilizzano il nostro pos virtuale”.

“L’ingresso nel settore dei micro pagamenti al fianco di un
market leader quale CartaSi ed il lancio di una soluzione
innovativa come Cashlog rappresentano la naturale evoluzione del
business mobile di Buongiorno, che da oltre 10 anni fornisce
servizi a valore aggiunto ai propri clienti grazie alle connessioni
dirette con oltre 130 operatori telefonici in tutto il mondo – ha
commentato Matteo Montan, Head of New Business di Buongiorno –
L’opportunità è enorme: il digital content è il segmento
dell’e-commerce che cresce di più (12% anno su anno a livello
globale, contro il 10% dell’e-commerce) , registrando
un’esplosione delle transazioni gestite attraverso micropagamenti
(+18%) . L’obiettivo di Cashlog dunque è conquistare con la
propria semplicità e sicurezza d’uso i milioni di utenti mobili
italiani e le decine di migliaia di merchant italiani e
internazionali che a questa enorme audience offrono una gamma
sempre più ampia di contenuti servizi digitali”.

Sempre nel campo dei pagamenti tramite cellulare si è mossa anche
Visa che, con un investimento dall’entità segreta, è riuscita a
mettere un proprio uomo nel consiglio d’amministrazione di
Square, la società che potrebbe cambiare il mondo dei pagamenti
elettronici. Square, messa in piedi da Jack Dorsey, uno dei
fondatori di Twitter, ha messo a punto un sistema che, grazie ad un
piccolo cubo di plastica, che si applica all’uscita audio dello
smartphone, permette di effettuare pagamenti con carte di credito
tramite il cellulare. L’applicazione è disponibile per Android,
iPhone, iPad e iPod Touch ed è in grado di leggere le più comuni
carte di credito.

Il team di Square fa sapere che hanno già permesso transazioni per
circa 66 milioni di dollari, ogni mese contano 100mila nuovi
clienti e prevedono di triplicare questi numeri entro metà anno.
Che Square sia un start up in grado di avere molto successo lo
conferma il fatto che ha suscitato l’interesse di grandi
investitori come Khosla Ventures e Sequoia Capital.

Per ogni pagamento eseguito tramite Square si paga il 2,75 per
cento dell’importo della transazione e 15 centesimi di dollaro
come costo fisso. Il servizio risulta vantaggioso rispetto ai
circuiti canonici per le carte di credito che, in genere, prevedono
il pagamento del 4 per cento dell’importo e un costo fisso sulla
transazione di circa 30 centesimi.

Per effettuare la transazione tramite Square, basta avere il
cubetto da attaccare allo smortphone e scaricare l’applicazione,
il tutto costa 9,95 dollari. Una volta in possesso di questi
strumenti è sufficiente inserire sullo smartphone l’importo,
strisciare la carta nella fessura del cubetto e far firmare
all’acquirente la ricevuta direttamente sul touch screen del
cellulare. Il possessore della carta riceverà per posta
elettronica la ricevuta firmata con tanto di mappa del luogo in cui
è avvenuto il pagamento, in modo da poter individuare transazioni
illecite.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link