Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Cisco compra CoreOptics e rafforza i labs di Monza

Con l’acquisizione l’azienda punta sulle tecnologie avanzate per l’elaborazione dei segnali digitali su rete ottica. Nella città lombarda uno dei centri di ricerca più avanzati

24 Mag 2010

La strategia di espansione europea di Cisco "fa tappa" a
Monza. L'azienda Usa che si è accordata per acquisire la
CoreOptics, società americana a un prezzo di 99 milioni di
dollari, farà dei laboratori delle città lombarda uno dei centri
più avanzati per il networking ottico, insieme a quelli di
Bangalore (India) e Richardson (Texas). Una volta completata
l'acquisizione i dipendenti di
CoreOptics entreranno a far parte del Service Provider Technology
Group di Cisco e lavoreranno con gli ingegneri dei suddetti
labs.
L'operazione rafforza Cisco nel core business delle
attrezzature di rete espandendo al tempo stesso la sua presenza nel
Vecchio Continente e aumentando la sua capacità di innovare nel
segmento dell’optical networking, secondo quanto dichiarato da
Surya Panditi, vice president e general manager del Service
provider access and transport technology group di Cisco.

CoreOptics progetta infatti soluzioni per l’elaborazione dei
segnali digitali per applicazioni di optical networking ad alta
velocità. Queste soluzioni permetteranno a Cisco di fornire ai
service provider una tecnologia altamente avanzata per trasmissioni
ultra-veloci (100 gigabit/secondo) e di rendere le loro reti
scalabili, in modo da rispondere alle esigenze del traffico su
protocollo Internet alimentato da video, mobilità e servizi cloud.
Secondo la ricerca Visual networking index di Cisco, il traffico Ip
globale aumenterà di cinque volte tra il 2008 e il 2013 con un
tasso di crescita annuale composito del 40%.

"Con questa acquisizione, Cisco porta avanti il proprio
impegno nell’abito del core networking e continua ad investire in
questo settore per fornire reti IP di prossima generazione con
velocità pari a 100 Gbps e superiori – spiega Surya Panditi, vice
president e general manager della divisione Service Provider Access
and Transport Tecghnology Group di Cisco-. Siamo costantemente
impegnati nel potenziamento del nostro portfolio di sistemi di
routing, switching e di trasporto ottico che permettono ai service
provider e ai propri clienti di affrontare, nel migliore dei modi,
la pressante sfida di gestire capitali e budget operativi ridotti
e, allo stesso tempo, di gestire l’enorme crescita del traffico
di rete”.

Secondo i termini dell’accordo, Cisco verserà circa 99 milioni
di dollari in contanti e incentivi retention-based in cambio di
tutte le azioni CoreOptyics. L’acquisizione è soggetta alle
usuali norme e condizioni di chiusura; chiusura attesa nella
seconda metà dell’anno fiscale 2010 di Cisco.