Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Contro la fame di banda mobile At&T mette il turbo alla rete

L’annuncio dell’azienda: upgrade del 90% entro il 2011

10 Set 2009

At&T aumenterà la banda delle sue reti wireless in sei metropoli
Usa: Chicago, Dallas, Houston, Los Angeles, Miami e Charlotte. Il
motivo è presto detto: gli utenti che navigano in mobile,
specialmente col loro iPhone che la compagnia telefonica ha
lanciato per prima grazie ad un accordo con la Apple, consumano
sempre più banda. Per questo At&T ha annunciato che installerà
nelle sei città dei nuovi apparati con tecnologia High Speed
Packet Access 7.2, come parte di un piano di investimento da
oltre 17 miliardi di dollari che dovrebbe portare ad un
sostanzioso upgrade del 90% delle reti della compagnia telefonica
entro il 2011.

Stranamente però sono state lasciate fuori San Francisco e New
York, che sono proprio le due città con maggior concentrazione
di iPhone e dove, nei giorni scorsi, era stato lanciato
l’allarme sulla banda disponibile: gli utenti, infatti, avevano
iniziato a lamentare rallentamenti e congestioni della rete,
forse in attesa dello standard Lte (Long Term Evolution), i cui
trial inizieranno l’anno prossimo. Attualmente la velocità di
picco che At&T garantisce negli Usa sono 3,6 Megabit al secondo.