Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

El Economista: Berlusconi punta a Telecom Italia

Mediaset smentisce il giornale spagnolo: indiscrezioni di stampa, nessun fondamento

30 Set 2009

“Berlusconi vuole entrare in Telecom Italia con la benedizione
di Telefonica” titola oggi il sito del quotidiano spagnolo El
Economista. Mediaset smentisce, ma intanto la notizia secondo cui
il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, tramite Mediaset,
sarebbe interessato a rilevare una parte della quota di Telco
(l'holding che controlla Telecom Italia, in mano agli
spagnoli di Telefonica) ha fatto il giro del mondo rilanciando il
tema degli intrecci fra politica e strategie aziendali riaperto
ieri dalle dichiarazioni del viceministro allo Sviluppo economico
Paolo Romani che ha definito un “problema” la quota di
Telefonica in Telco.

Secondo il giornale iberico Berlusconi punta a italianizzare il
controllo di Telecom Italia senza però farsi nemica Telefonica.
Un’operazione, secondo il quotidiano, vista di buon occhio
dagli altri soci di Telco (Mediobanca, Generali, Intesa e
Benetton). Berlusconi, sempre secondo El Economista, vorrebbe
fare “un salto a tre sponde” e valuterebbe l'ipotesi di
stringere un'alleanza con Telefonica per entrare nella
piattaforma Digital+ (gruppo Prisa), prendendo il posto lasciato
dai francesi di Vivendi, che di recente hanno rotto il consorzio
con Telefonica per l'acquisizione del canale digitale.


Sulla questione Telefonica-Telecom Italia scrivono anche altri
media spagnoli. “Berlusconi vuole ridurre il peso di Telefonica
in Telecom”, titola Expansion, mentre El Pais titola “Roma
considera ‘un problema’ che Telefonica stia in Telecom
Italia” e osserva che le parole di Paolo Romani “confermano
la posizione protezionistica e timorosa del governo Berlusconi
davanti alla posizione di forza di Telefonica”.