Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ericsson porta la banda larga fissa in nove province cinesi

Con gli accordi siglati con i tre operatori di tlc della Cina per la fornitura di connettività a banda larga fissa milioni di persone potranno fruire di Iptv ad alta definizione, telefonia Ip e altri servizi broadband ad alta qualità

06 Lug 2009

Ericsson fornirà la connettività a banda larga fissa in Cina.
L'operatore svedese ha infatti siglato dei contratti con i tre
operatori di telecomunicazioni della cinesi. Grazie a questi
accordi, milioni di persone in nove province cinesi potranno fruire
di Iptv ad alta definizione, telefonia Ip e altri servizi broadband
ad alta qualità. China Mobile, China Unicom e China Telecom stanno
aggiornando le proprie reti con le più moderne tecnologie per
erogare tali servizi agli abitanti delle province di Anhui,
Guangdong, Hebei, Heilongjiang, Hubei, Liaoning, Shandong, Shanghai
e Sichuan.

Secondo i termini dei contratti, Ericsson si occuperà del roll out
di reti Ftth (Fiber To The Home) per tutti tre gli operatori,
utilizzando il Gpon (Gigabit Passive Optical Network), la
tecnologia broadband di accesso in fibra più evoluta sul mercato.
L'operatore svedese – leader mondiale nella fornitura di
sistemi Gpon e che, nel corso degli anni, ha ricoperto un ruolo
chiave all’interno di numerose organizzazioni per le
standardizzazioni nel settore, tra cui il Gruppo Full Service
Access Network (FSAN) e il Broadband Forum – fornirà inoltre una
serie di servizi professionali tra cui lo sviluppo delle competenze
e la progettazione, l’ottimizzazione, il supporto e la consulenza
nell’ambito delle reti stesse. Sono proprio le specifiche e gli
standard introdotti dal Gruppo Fsan, che riunisce operatori e
fornitori di tecnologie e servizi per le telecomunicazioni, a
garantire la completa interoperabilità della soluzione Gpon di
Ericsson.