Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Esplosione alla Foxconn in Cina, consegne a rischio per iPad e iPhone

Sospesa la produzione di componenti per Apple dopo l’incidente nello stabilimento nel sudovest della Cina. White (Ticonderoga Securities): “Nessun effetto sulla distribuzione. Cupertino può spostare la produzione altrove se necessario”

24 Mag 2011

Continua l'incertezza su possibili ritardi nelle forniture di
iPad 2 e iPhone 4, dopo l'esplosione di venerdì scorso nello
stabilimento di Foxconn Technology Group, società taiwanese con
sedi in Cina e che produce per Apple smartphone e tablet.
L'incidente, verificatosi nella città di Chengdu nel sudovest
della Cina, ha provocato la morte di tre dipendenti e il ferimento
di altre 15 persone. Come riferito dall'emittente televisiva
Fox News, Foxconn, maggiore appaltatore mondiale per la produzione
di prodotti di elettronica, ha fatto sapere di avere sospeso la
produzione nella fabbrica, ma non ha spiegato se e come questo
possa influire sulle forniture di prodotti Apple.
Secondo Brian White, analista di Ticonderoga Securities, "è
probabile che ci sia un impatto sulla produzione di iPad 2, ma la
società ha flessibilità sufficiente per spostare la produzione
altrove se necessario. Per questo non si prevede un effetto
significativo sulle consegne".

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link