Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Fibra a 20 Mb in Calabria. Sul piatto 28 milioni

Via libera all’accordo tra la Regione e il ministero per lo Sviluppo economico per la realizzazione di 114 dorsali e l’aggiornamento di oltre 40mila punti di accesso. Il governatore Scopelliti: “Oggi parte il progetto di modernizzazione del territorio”

14 Ott 2011

La Calabria dà il via libera al broadband. La Giunta guidata da
Scopelliti ha approvato l'Accordo per lo sviluppo della Banda
Larga tra la Regione Calabria ed il Ministero per lo sviluppo
economico. "Con questa delibera – si legge in una nota – la
Giunta ha dato il via alla convenzione con il Ministero per lo
Sviluppo Economico per l'attuazione del programma di diffusione
della banda larga nella Regione. Il programma prevede la
realizzazione di infrastrutture in fibra ottica, necessarie per lo
sviluppo dei servizi a banda larga almeno fino a 20 Mbit, e la
realizzazione di infrastrutture di dorsale".

L'attuazione degli interventi è stata promossa dalla Regione
con un impegno finanziario complessivo di oltre 28 mln di euro, di
cui 23 a carico dei Fondi Comunitari Regionali.
"Particolarmente significativo – si legge – è l'impegno
profuso dal Dipartimento Agricoltura che ha destinato al progetto
nelle aree rurali oltre tredici milioni di euro".
Il progetto consentirà la costruzione di 114 dorsali in fibra
ottica consentendo il raggiungimento di oltre quarantamila punti di
accesso oggi non serviti dalla rete veloce.

''Quello che fino a pochi mesi fa sembrava una chimera per
la nostra Regione – commenta il governatore Scopelliti – oggi
sembra divenire realtà. Con questo intervento il digital divide
nelle aree rurali sarà praticamente azzerato.
Oggi avere la connessione veloce rappresenta, per chi vive le aree
rurali, un importate modello di sviluppo delle opportunità
commerciali ma, soprattutto, un elemento qualificante nel concetto
più ampio di qualità della vita delle famiglie. Infatti la banda
larga in queste aree significherà anche una maggiore possibilità
per i giovani di accedere alle potenzialità della rete ed a tutto
quanto ad essa connesso. Lo sviluppo del progetto complessivo della
Banda Larga nella Regione Calabria è stato lungo ed irto di
difficoltà, ma oggi si può affermare che il processo di
modernizzazione è partito e che il digital divide non sarà più
un motivo di freno per lo sviluppo della nostra economia''.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link