Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Finanziaria, cura dimagrante per il Corecom Piemonte

Presentato in consiglio regionale il Ddl per la riduzione da 8 a 5 dei commissari e del ridimensionamento dell’82% degli indennizzi. Il provvedimento sottoscritto da Lega, Pdl e Verdi

05 Lug 2011

Passano da otto a cinque i commissari del Corecom Piemonte per i
quali è previsto anche un taglio drastico delle indennità. E'
quanto prevede un emendamento presentato nell'ambito del
Disegno di legge "Disposizioni collegate alle Legge
finanziaria per l'anno 2011", sottoscritto e presentato
dai gruppi di Lega, Pdl e Verdi in Consiglio regionale.

"Ci auguriamo che questa proposta venga accolta positivamente
e approvata all'unanimità – ha sottolineato l'assessore ai
rapporti con il Consiglio, Elena Maccanti – perché rappresenta un
chiaro segnale della nostra determinazione nel ridurre i costi
della politica, pur nel pieno rispetto del ruolo del
Corecom".

Nel dettaglio, l'emendamento prevede una modifica della legge
1/2001 istitutiva del Corecom, con riduzione del numero dei
componenti e delle spese complessive di indennità che passano da
419mila a 75mila euro, l'82% in meno rispetto all'attuale
normativa. L'indennità dei commissari sarà pari al 30% di
quella spettante al consigliere regionale nel caso del presidente,
mentre per gli altri componenti sarà pari al 20%.