Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Gb, niente iPhone ai ministri. Il Blackberry è più sicuro

L’agenzia per la sicurezza informatica ne sconsiglia l’utilizzo: “Vulnerabile agli hacker e alle interferenze”. Intanto, negli Usa per l’iPhone 4 tutto esaurito nelle prevendite

16 Giu 2010
Niente più iPhone ai ministri inglesi. Gli esperti di sicurezza
di Whitehall hanno sconsigliato l’utilizzo del “melafonino”
per questioni di sicurezza: meglio usare Blackberry e altri
telefoni considerati meno vulnerabili, soprattutto per le
comunicazioni sensibili. L’agenzia per la sicurezza
informatica, secondo quanto riferisce il Daily Telegraph, ha
chiesto ai ministeri di non dotare neppure lo staff di iPhone,
poiché potrebbe essere preda di hacker e interferenze. La Apple,
dal canto suo, esclude che ci siano problemi di questo tipo.
Oltre a molti ministri e parlamentari, in Gran Bretagna sono
circa 4 milioni i patiti del suo smartphone.

Intanto, sono già andati tutti esauriti i preordini del primo
lotto di iPhone 4 negli Usa attraverso l’operatore AT&T che ha
dovuto fronteggiare nella giornata di ieri non solo il
sovraccarico dei server, come il sito Apple, ma anche le
lamentele di alcuni consumatori per nuovi problemi legati alla
privacy. Da un lato, i server Apple e quelli AT&T sono rimasti
inaccessibili per molto tempo a causa del numero elevato di
accessi, per cui molti rivenditori hanno preferito spegnere il
computer e procedere a mano con carta e penna. Il problema più
grave però si è verificato quando i clienti hanno provato ad
effettuare il login sul sito AT&T: dopo aver inserito nome utente
e password, potevano visualizzare le informazioni di altri utenti
(indirizzo, numero di telefono e fatture). L'operatore
telefono non è stato in grado di replicare il problema, ma ha
dichiarato che i dati più sensibili (registro delle chiamate,
numero di assistenza sociale e carta di credito) non erano
visibili.

Una conferma del tutto esaurito per la prima tranche di iPhone 4
disponibili con i preordini arriva da AT&T che in una nota spiega
che chi ha ordinato la nuova versione del melafonino già a
partire dal pomeriggio di martedì lo riceverà dal 25 giugno in
poi. L’alternativa è mettersi in fila il 24 per comprarlo
direttamente nei negozi nel giorno del lancio contemporaneo in
Usa, Francia, Germania, Gran Bretagna e Giappone. In Italia, il
nuovo iPhone 4G arriverà entro la metà di luglio.