Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

LA RIFORMA

I lavoratori di Telecom Italia chiedono il ripristino dell’articolo 18

“Riaprire il confronto su pensioni e mercato del lavoro” è la richiesta delle Rsu dell’azienda. “Bisogna ripristinare il reintegro per i licenziamenti illegittimi e senza giusta causa”

23 Mar 2012

F.Me.

I lavoratori Telecom Italia scedondo in campo a difesa dell’articolo 18. Oggi nel corso dell’attivo delle Rsu e delle strutture territoriali Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil, convocato per presentare la bozza di piattaforma del contratto di secondo livello di Telecom Italia, i lavoratori hanno voluto confrontarsi sulla riforma del mercato del lavoro proposta dal governo, in cui è previsto il ridimensionamento notevole delle tutele previste dall’art. 18 dello statuto dei lavoratori.

“Pertanto, alla luce anche dell’ennesimo pesante processo di ristrutturazione, del combinato innalzamento dell’età pensionabile e della modifica degli ammortizzatori sociali – dichiarano le Rsu di Telecom Italia della Lombardia – chiediamo al governo di riaprire il confronto su pensioni e mercato del lavoro e soprattutto di ripristinare il reintegro per i licenziamenti illegittimi e senza giusta causa.”

Argomenti trattati

Approfondimenti

L
lavoro
T
telecom italia