Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ict, Palermo capitale del Mediterraneo

Dal 31 agosto al 3 settembre la città ospiterà il congresso di Aict e Fitce. Focus sull’evoluzione del mercato delle Tlc e sulla crescita degli Ott

30 Giu 2011

Una quattro giorni scientifica e formativa per comprendere al
meglio le nuove sfide e le nuove frontiere che attendono il mondo
delle telecomunicazioni. Si terrà a Palermo dal 31 agosto al 3
settembre il 50esimo Congresso internazionale “Ict: Bridging an
ever shifting digital divide”, organizzato dalla Fitce
(Federazione degli Ingegneri di Telecomunicazione dell’Unione
Europea) in collaborazione con AIict, l’Associazione per la
Tecnologia dell’Informazione e delle Comunicazioni.

Tante le novità e gli approfondimenti per un congresso che
quest’anno vuole festeggiare in grande stile i cinquant’anni
dalla nascita della Federazione. Cinquant’anni che hanno visto
Fitce contribuire con costanza allo sviluppo della cultura delle
telecomunicazioni in Europa, favorendo la costruzione e
l’incremento di una serie di relazioni internazionali e
istituzionali tra i propri membri e i grandi operatori del mercato,
diminuendo, così, anche il gap tra i diversi Paesi, e che vede in
Aict il suo partner italiano.

"Fitce da sempre rappresenta un Forum di Professionals nei
settori Ict e Media che svolge, all’interno dell’Unione
Europea, un ruolo di riferimento tecnologico e di supporto per
tutti gli attori del settore (aziende, organi istituzionali e
governativi, università ed enti di ricerca) sottolinea il
presidente della Fitce, Andrea Penza, manager Ericsson – Grazie ad
una nostra rete di relazioni, promuoviamo da sempre la condivisione
di informazioni e di esperienze relativamente agli insights più
significativi e alle prospettive emergenti in ambito Ict e Media,
con attenzione ai profili di regolazione e di sviluppo
socioeconomico connessi all’evoluzione dell’Ict”.
Le assise palermitane vedranno confrontarsi la maggior parte degli
stakeholders di riferimento nell’ambito delle telecomunicazioni
europee. Tra i partecipanti vi saranno, infatti, i rappresentanti
del mondo accademico universitario, gli Over Top, le grandi aziende
manifatturiere del settore, gli operatori telefonici tradizionali e
i rappresentanti dell’ambiente istituzionale italiano ed
europeo.

“Quella che viviamo è un’epoca straordinaria: i cambiamenti,
le novità tecnologiche e scientifiche trovano nel nostro settore
delle applicazioni immediate e affascinanti – spiega il
presidente di Aict Maurizio Mayer – L’ambizione di Aict è
stata da sempre quella di contribuire a aumentare i livelli di
innovazione e qualità a beneficio della Comunità Nazionale, e
questo Congresso offre una ricca occasione per l’Italia di
confrontarsi anche con gli altri Paesi ”.

L’evento sarà anche un’importante opportunità professionale
per tutti gli operatori del settore delle telecomunicazioni
europee, all’insegna di un confronto continuo e ai massimi
livelli sui trend futuri stimolati dal processo di convergenza
delle comunicazioni fisse e mobili e sulle differenze nei diversi
Paesi.
Un progetto che ogni anno si rinnova, grazie alle “Giornate
Europee delle Telecomunicazioni” che Fitce organizza nei diversi
Paesi Membri dell’Unione Europea, momenti di incontro importanti
che prevedono la diffusione e lo scambio di idee nel campo delle
telecomunicazioni e dell’Ict per contribuire ad una cultura
europea del settore.
Anche la scelta di una location prestigiosa come la sede del
Rettorato agli Studi dell’Università di Palermo non è casuale,
anzi è motivata proprio dall’intenzione di spostare il
baricentro dell’attenzione sullo sviluppo delle telecomunicazioni
nel Mediterraneo, area di grande interesse e luogo d’incontro per
le diverse culture, che ancora oggi, come nella storia, rimane un
crocevia di confronto intellettuale e il luogo migliore dove
presentare il ruolo di Fitce come promotore dell’innovazione
tecnologica internazionale.

Un evento, quindi, dal grande rilievo internazionale, che il primo
settembre vedrà, alla presenza delle Autorità europee, nazionali
e locali, lo svolgersi della Cerimonia d’inaugurazione, presso il
Rettorato dell’Università degli Studi di Palermo e alla presenza
del Magnifico Rettore. Al termine della stessa giornata, si aprirà
la Cerimonia celebrativa dei Cinquant’anni della Fitce, durante
la quale saranno conferiti i riconoscimenti a tutti coloro che
negli anni si sono distinti per avere profuso il massimo impegno
nello sviluppo della cultura delle telecomunicazioni nell’ambito
nazionale ed europeo.

“Dunque – conclude Penza – tra fine Agosto e l’inizio di
Settembre le telecomunicazioni europee saranno al centro di un
grande evento commemorativo ma, allo stesso tempo, incentrato sulle
prospettive strategiche di un futuro da costruire insieme e basato
sui criteri di efficienza, etica sociale e sostenibilità
economico-ambientale”.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link