Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Il cellulare al servizio dei soccorsi in montagna

26 Mag 2010

Il corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico (Cnsas) e
Vodafone Italia hanno siglato un accordo per rendere più celeri e
tempestivi gli interventi di salvataggio in montagna e in ambienti
particolarmente ostili ed impervi.

In base all’accordo Vodafone fornirà al Cnsa un servizio di
localizzazione in grado di consentire agli esperti del soccorso
alpino e speleologico di individuare nel piu breve tempo possibile
le persone disperse o in pericolo di vita. La prestazione fornita
dagli specialisti Vodafone consente infatti di localizzare
l’ultima posizione delle Sim mobili registrate sulla rete di
Vodafone.
 
Il Servizio sarà reso disponibile da Vodafone solo attraverso
specifiche richieste da parte del Cnsas unicamente con
l’obiettivo, previsto dal vigente quadro normativo, di recuperare
le informazioni necessarie per consentire al Cnsa di rintracciare
il prima possibile la persona dispersa o in pericolo di vita.
 
L’intesa è stata firmata oggi alla presenza del presidente
nazionale del corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico,
Pier Giorgio Baldracco e del Direttore Affari Generali e Sicurezza
di Vodafone Italia, Stefano Bargellini.
 
 

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link