Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Il grande balzo del 4G, TeliaSonera quadruplica la rete

L’azienda del nord Europa pronta a espandere il network di quarta generazione in altre 29 città

06 Apr 2010

TeliaSonera continua a bruciare le tappe ed è pronta ad ampliare
la propria rete 4g, la prima commerciale al mondo, nei paesi
scandinavi: dalla fine dello scorso anno, infatti, l’azienda del
nord Europa ha lanciato la sua rete di quarta generazione a
Stoccolma e a Oslo e ora punta ad espandersi in altre 29 città per
confermare il suo ruolo pioneristico. Il primo cellulare 4g,
infatti, non arriverà sul mercato prima di un anno e quindi la
nuova connessione mobile di TeliaSonera, che vanta velocità fino a
100 megabit al secondo, circa 10 volte le velocità attuali, è
disponibile soltanto tramite modem wireless o con le internet key
e, se appoggiato ad un adeguato backhauling, è molto più
performante di tante linee fisse.

Un “esperimento” che sta riscuotendo molto interesse, anche da
parte delle grandi multinazionali, come la statunitense Verizon o
la giapponese Ntt DoCoMo, che vorrebbero già entro l’anno far
passare la propria rete al livello successivo. D’altra parte i
dati parlano chiaro e descrivono uno scenario in evoluzione per gli
operatori: secondo quanto rilevato da Ericsson, uno dei principali
fornitori di apparecchiature di rete, nel dicembre scorso c’è
stato anche il sorpasso fra traffico dati (e-mail, video, eccetera)
e volume delle chiamate vocali sulle reti mobili.

E se per ora i numeri degli utenti di questa nuova rete sono
relativamente bassi, un impulso dovrebbe arrivare dall’Estremo
Oriente: presto, infatti, Samsung prevede di lanciare sul mercato
un modem che permetterà di accedere sia alla rete 3g che a quella
4g, integrando entrambi gli standard, alternativa che potrebbe
essere considerata interessante da molti utenti, visto la copertura
non certo capillare della nuova rete che TeliaSonera ha costruito
supportata da Ericsson e Nokia Siemens Networks.