Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Il mercato delle reti ottiche parla cinese. Boom dei vendor asiatici

Ovum: “Nei Paesi occidentali il mercato è ancora debole ma  in Asia-Pacifico è in piena crescita”. Lo dimostrano le perfomance finanziarie di aziende come Huawei e Zte

12 Nov 2009

Grazie anche al boom economico cinese, Huawei ha assunto la
leadership del mercato mondiale dell’optical networking – un
mercato ancora debole nei Paesi occidentali, ma in piena crescita
nell’Asia-Pacifico. E’ quanto emerge dall’ultima ricerca di
Ovum, che ha pubblicato i risultati del terzo trimestre 2009 per i
vendor di attrezzature di rete ottica (On). Il mercato globale vale
nel terzo trimestre 2009 3,6 miliardi di dollari, il 4% in meno
rispetto al secondo trimestre e in calo del 10% rispetto al terzo
trimestre 2008. “Ma sono dati che vanno letti regione per
regione”, puntualizza il vice president di Ovum, Optical
Networking, Dana Cooperson. “In Nord America l’emorragia sembra
essersi fermata, mentre in Emea e Sca (Asia del sud e centrale) il
mercato resta in gravi difficoltà.

L’Asia-Pacifico, guidato dalla Cina, continua a crescere oltre
ogni aspettativa e traina il mercato mondiale”. “Numerosi
vendor beneficiano dell’estensivo shopping della Cina in On,
alimentata dai progetti per il 3G mobile, ma nessuno più di
Huawei”, continua la Cooperson. “La sua forza non si limita al
mercato domestico: Huawei ha ormai a pieno diritto assunto la
leadership di un settore che quest’anno vale 15,2 miliardi di
dollari e ha superato Alcatel-Lucent, da tempo numero uno”. In
base all’analisi di Ovum, il fatturato globale di Huawei ha
superato quello di Alcatel-Lucent di oltre 100 milioni di dollari
in ciascuno dei primi tre trimestri dell’anno. Il fornitore
cinese ora distanzia la rivale, in termini di share di mercato, di
quasi tre punti percentuali.

Fra i principali dieci vendor, solo Huawei e Zte, dinamici leader
del mercato cinese e internazionale, hanno registrato un
miglioramento anno su anno del fatturato, mentre poche aziende
riportano una crescita sequenziale (Cisco, Fujitsu, Nec, Tellabs e,
secondo le stime di Ovum, Nortel). Decisa l’avanzata di Zte, che
ha superato Fujitsu aggiudicandosi il quarto posto nella top five.
Nokia Siemens, fornitore numero cinque al mondo ancora nel terzo
trimestre 2008, è scivolata dietro Tellabs al nono posto. Da parte
sua Cisco ha scalzato Ciena ed è rientrata nella top ten.