Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Internet delle cose, il new biz di Telekom Austria

Via alla controllata che gestirà le attività machine-to-machine. L’amministratore Liebscher: “Mercato in forte sviluppo”

13 Set 2011

Telekom Austria scommette sul Machine to Machine. L'operatore
ha infatto creato una società ad hoc – Telekom Austria Group M2M –
controllata che che opererà come centro di competenza per tutte le
tematiche relative al settore.

“Con il M2M siamo all'inizio di un percorso denso di
prospettive. Tra qualche anno sarà assolutamente normale per
automobili, elettrodomestici e dispositivi di assistenza essere
connessi online. In questa innovativa area di business ci
collochiamo, in anticipo sui tempi, come promotori – spiega Hannes
Ametsreiter, direttore generale di Telekom Austria Group e di A1 –
La nuova società M2M si concentrerà nella fase iniziale su otto
settori principali: industria automobilistica, elettronica
d'intrattenimento, salute, logistica e trasporti, commercio al
dettaglio e sistemi di pagamento, sicurezza e sorveglianza,
automazione industriale ed energia.

“Telekom Austria Group è da parecchi anni un partner affidabile
per le soluzioni nel campo della comunicazione rivolte ai clienti
aziendali nell'Europa centro-orientale – prosegue Bernd
Liebscher, amministratore della Telekom Austria Group M2M –
L'ampio know-how maturato nel settore della comunicazione di
dati e dei sistemi di fatturazione sarà ora da noi sfruttato per
una nuova area di attività in forte ascesa”.

La nuova azienda in futuro offrirà ai suoi clienti una serie di
servizi: dallo sviluppo del progetto all'attuazione ed
implementazione delle applicazioni M2M – competenza specifica degli
esperti M2M – lungo tutta la catena del valore aggiunto. I mercati
di Telekom Austria Group nell'Europa centro-orientale saranno
la base di lancio per le attività di vendita e di marketing su
tutto il territorio europeo. Inoltre, sarà svolta un'attività
di controllo e di coordinamento delle singole iniziative a livello
di società locali. “

"Vogliamo sfruttare, insieme a clienti e partner,
l'elevato potenziale delle applicazioni M2M – puntualizza
Liebscher – Proponiamo una gamma di servizi strutturati in maniera
“modulare” che, grazie all'elevata flessibilità e
possibilità di adattamento a commesse di varia entità, è in
grado di rispondere alle più svariate esigenze dei clienti.”

Il mercato M2M è all'inizio di un'importante fase di
espansione. Gli esperti prevedono che entro il 2020 circa 20-50
miliardi di apparecchi saranno interconnessi tra di loro.

“I collegamenti saranno effettuati in prevalenza tramite scheda
Sim – spiega Liebscher – Con lo sviluppo di nuove applicazioni M2M
in futuro non avremo più un'unica scheda Sim per telefono, Pc
o tablet, ma ognuno avrà una serie di schede incorporate nei più
svariati dispositivi”. Anche le condizioni generali influiscono
positivamente sullo sviluppo di offerte M2M: da un lato il calo del
costo unitario per l'hardware e le piattaforme di servizi
sempre più raffinate ed efficienti favoriscono la struttura dei
prezzi; dall'altro le condizioni giuridiche attualmente vigenti
nell'Unione Europea favoriscono le innovazioni nel settore M2M,
ad esempio lo Smart Metering e le funzioni Emergency Calls
obbligatorie per le auto nuove.

“Le possibilità d'impiego pressoché illimitate nel settore
dei clienti finali e dei clienti commerciali – conclude
l'amministratore – rendono il tema M2M uno dei più
interessanti nel campo Ict. Telekom Austria Group collaborerà
attivamente agli sviluppi.”