Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Internet mobile, la chiave per la ripresa di Tellabs

Nel primo trimestre il fatturato scende del 15%. Servizi in flessione per 10 milioni di euro, ma l’azienda scommette sul web in mobilità. Il Ceo Pullen: “Aumenteremo gli investimenti nelle attività di ricerca e sviluppo”

27 Apr 2011

Cala il fatturato di Tellabs. Nel primo trimestre la società ha
registrato revenues per 322.4 milioni di dollari a fronte dei 379.2
dello stesso periodo dello scorso anno (-15%). Il calo è
registrato in tutti i settori di attività.
“Mentre le revenue internazionali sono cresciute del 40% rispetto
a un anno fa, il minoro fatturato del Nord America ha trainato i
risultati di tutto il trimestre”, spiega Rob Pullen, presidente e
Ceo di Tellabs.
Nel dettaglio i ricavi a banda larga sono stati di 173 milioni di
dollari contro i 191 milioni del primo trimestre 2010. Le entrate
da prodotti sono state 106,5 milioni (130,7 nello scorso anno).
I ricavi del settore trasporti sono stati di 99 milioni a fronte
dei 127,4 del 1° Q 2010. Per quanto riguarda i servizi il
fatturato registrato è stato di 50 milioni, oltre 10 milioni in
meno dei 60,7 dello stesso periodo del 2010. Tellabs attribuisce il
crollo al calo della distribuzione nel mercato nordamericano.
Per il secondo trimestre la società stima ricavi tra i 325 milioni
e i 345.
Nonostante i risultati negetaivi, la società ritiene di potersi
rifare nel lungo periodo puntando sul mercato dell’Internet
mobile, come spiega il Ceo Pullen. “Continueremo da investire in
questo mercato, aumentando la spesa in ricerca e sviluppo e
garantendo a Tellabs una crescita a lungo termine”. Lo scorso
anno la società ha aumentato la spesa in R&S del 16% portandola a
80 milioni di dollari.