Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Internet, telco agli Ott: “Bilanciare investimenti nelle reti”

Etno e Samena chiedono agli stakeholder del settore di discutere insieme un nuovo modello per la Rete. Gambardella: “La sostenibilità del web è un problema globale”

13 Giu 2011

Per dare valore aggiunto, qualità superiore e prezzi accessibili
agli utenti di Internet, su cui incombe il rischio di congestione
delle reti e di deterioramento delle loro prestazioni, con un
impatto sul funzionamento del web, occorre "il bilanciamento
degli interessi di tutti gli stakeholder chiave, cioè gli
operatori di rete, i detentori dei diritti sui contenuti, i
fornitori di contenuti online, i fornitori di tecnologie e di
connettività alla rete, i manifatturieri dei dispositivi per gli
utenti finali". E sono necessari investimenti significativi
per aumentare la capacità di banda e l' evoluzione dei modelli
di business attuali.

Se n'è parlato a "Ceo Leadership", un confronto fra
operatori di telecomunicazioni di Sud Asia, Medio Oriente e Nord
Africa (Samena) ed europei (Etno) ad Istanbul.

Il futuro del modello economico di internet è stato uno dei
principali argomenti di discussione, anche perché "la
crescita globale nell'utilizzo di applicazioni band consuming –
attribuibile soprattutto ai contenuti video
"over-the-top" – sta facendo aumentare in modo
esponenziale il traffico dei dati sulle reti fisse e
mobili".

Samena ed Etno ritengono che "un modello economico sostenibile
per Internet debba perseguire il bilanciamento degli interessi di
tutti gli stakeholder chiave". Secondo Samena ed Etno non
c'è bisogno "di pesanti interventi regolamentari su
Internet, i quali scoraggerebbero gli investimenti e potrebbero
eventualmente implicare un'ingiusta discriminazione verso gli
operatori di rete storici"; per incrementare i benefici per
gli utenti finali e per l' industria la strada è "la
collaborazione e la negoziazione tra gli stakeholder".

"Se gli investimenti venissero ostacolati da politiche
nazionali o regionali improprie – è emerso dal dibattito –
diverrebbe più difficile per gli operatori di telecomunicazioni
fornire ai propri clienti valore aggiunto, qualità superiore e
prezzi accessibili''.

Luigi Gambardella, presidente dell' Executive Board di Etno, ha
affermato che "l'evoluzione delle infrastrutture a banda
larga e dei servizi e applicazioni online, così come i relativi
sviluppi di policy, devono essere analizzati da una prospettiva
globale. La sostenibilità di Internet è un problema non solo in
Europa, ma anche nel resto del mondo. Per questo Etno attribuisce
grande valore alla cooperazione con Samena, che rappresenta alcuni
dei mercati di Ict e telecomunicazioni più in crescita al
mondo".

Secondo Thomas Wilson, Ceo del Samena Telecommunications Council,
"assicurare che Internet continui ad evolvere in modo
sostenibile nonostante il rapido incremento del traffico ed i
ricavi stagnanti del settore è una sfida economica cruciale per
tutti gli operatori di rete a livello globale". Gli operatori
di telecomunicazioni delle regioni Samena condividono l'
opinione espressa dai membri di Etno che sia "essenziale
spostarsi verso un nuovo equilibrio in cui i rischi ed i ricavi
siano distribuiti equamente, tenendo in considerazione il valore
creato per i consumatori".

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link