Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Italtel, crescono ricavi e margini. Business estero su del 20%

Fatturato 2010 a 422 milioni di euro, in aumento del 3,9%. In calo per 40 milioni l’indebitamento. Il presidente De Julio: “Proseguiamo con determinazione lungo il percorso di sviluppo”

21 Mar 2011

Il Consiglio di Amministrazione di Italtel, riunitosi sotto la
presidenza di Umberto de Julio, ha approvato il progetto di
bilancio relativo all'esercizio 2010. Il bilancio consolidato
presenta un fatturato pari a 422 milioni di euro, in crescita del
3,9% rispetto ai 406 milioni di euro del 2009.

L'Ebitda dell'esercizio ammonta a 50,5 milioni di euro,
corrispondenti al 12% del fatturato, e si raffronta con 35,7
milioni di euro del 2009 (8,8% del fatturato).

In miglioramento l'indebitamento finanziario netto del Gruppo,
sceso a 230,2 milioni di euro dai 269,9 milioni di euro nel 2009,
anche in relazione all'aumento di capitale per complessivi 70
milioni di euro versato pariteticamente dai soci Telecom Italia e
Cisco a settembre 2010.

Nel 2010 è proseguita la strategia del Gruppo Italtel finalizzata
alla diversificazione della clientela. In crescita i mercati
esteri, nei quali i ricavi sono stati pari a 140 milioni di euro
con un incremento del 20,5% rispetto al 2009. Le aree di maggiore
sviluppo sono state l'America Latina, in particolare Brasile e
Argentina, e i paesi emergenti del Medio Oriente.

In Italia i risultati evidenziano un incremento dei ricavi nel
segmento delle Grandi Aziende e dalla PA, che ha fatto segnare un
+7,3% rispetto al 2009, e una sostanziale tenuta del segmento degli
operatori.

"Il 2010 è stato un anno complesso che ha visto Italtel
impegnata su molteplici fronti – ha detto Umberto de Julio,
presidente di Italtel – Abbiamo difeso le nostre posizioni di
mercato in un contesto estremamente competitivo, creato nuove
opportunità di business, migliorato l'offerta di prodotti e
servizi, operato in modo determinato per ridurre i costi. Abbiamo
fatto importanti passi avanti nella strategia di diversificazione
della clientela. I risultati ottenuti sotto il profilo economico,
finanziario e patrimoniale confermano in pieno le attese del nostro
piano e ci spronano a proseguire con determinazione lungo il
percorso di sviluppo che si siamo prefissi".

In particolare, nel 2010, Italtel ha confermato la propria
posizione tra i leader dell'area Emea (Europa, Middle East e
Africa) nelle soluzioni innovative Ngn (Next generation network).
Nei primi nove mesi del 2010, nel segmento Softswitch, si è
posizionata al secondo posto nel ranking dei Top Vendor con un
valore pari al 17% delle quote di mercato in termini di ricavi di
vendita (Dati ricerca Infonetics "Service Provider VoIP
Equipment and Subscribers Report" – 3Q10).