Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Nasce AppsBuilder. Ora l’applicazione è “fai da te”

Al via la piattaforma, sostenuta da Annapurna Ventures, che consente di convertire in app per smartphone e tablet contenuti online e siti web in pochi passaggi

12 Mag 2011

AppsBuilder – www.apps-builder.com – è un’innovativa piattaforma
online che consente di creare, in tre passaggi, applicazioni
personalizzate per iPhone, iPad, smartphone e tablet Android e web
app. Il servizio permette anche la trasformazione di qualsiasi sito
web in un’applicazione mobile. Nasce dall’idea di due
imprenditori 25enni di Ivrea – Daniele Pelleri e Luigi Giglio –
studenti del Politecnico di Torino.

AppsBuilder è un servizio pensato per gli utenti internet che
vogliono creare un’applicazione mobile. Una tecnologia che può
essere utilizzata anche per tramutare qualsiasi sito web in
applicazione. La piattaforma consente di pubblicare e distribuire
le app sui principali store (Apple, Android e presto anche Windows)
e di ottimizzare la visualizzazione dei contenuti del sito nella
navigazione da dispositivi mobile. E' destinata a singoli
utenti e a web agency che vogliono accompagnare i loro clienti
nella migrazione verso il mondo del mobile.

Gratis per chi è disposto a ospitare banner pubblicitari gestiti
da AppsBuilder sulle proprie applicazioni, o a un costo di 15 euro
al mese per chi non vuole la pubblicità o preferisce gestirla
indipendentemente.

AppsBuilder e WordPress
AppsBuilder ha sviluppato un innovativo plugin per WordPress, la
più importante piattaforma per la creazione di blog con oltre 30
milioni di siti creati nel mondo con la sola versione 3.0. Il
plugin consente a blogger e amministratori di siti di convertire i
loro contenuti in applicazioni native (pronte per la pubblicazione
sugli store) per Apple, Android e in web-app. Il servizio è
gratuito e completamente self service.

Il mercato mobile
Il mercato delle application rappresenta un fenomeno in grande
crescita e rapida evoluzione, con oltre 500mila applicazioni
scaricate ogni ora e un utilizzo intensivo di questi prodotti
digitali da parte degli utenti (22 le applicazioni installate in
media da ciascun possessore di smartphone e circa 3 ore il tempo
trascorso quotidianamente nell’utilizzo di applicazioni, Fonte
Borrel). Secondo una ricerca Gartner, nel 2011 i ricavi degli
application store supereranno i 15,1 miliardi di dollari, con un
incremento del 190% rispetto ai 5,2 miliardi del 2010 . Globalmente
si prevede anche che nel 2011 i download dagli application store
superino i 17,7 miliardi, con un incremento del 117% rispetto al
2010 ed entro il 2014 oltre 185 miliardi di applicazioni saranno
state scaricate dal luglio 2008, data del lancio dell’Apple
Store.

"Siamo sempre stati appassionati del mondo delle applicazioni
e ne realizzavamo per alcuni clienti in tutta Italia – racconta
Daniele Pelleri, fondatore insieme a Luigi Giglio di AppsBuilder –
Da lì l’idea di creare un servizio accessibile a tutti per
sviluppare prodotti mobile compatibili con ogni dispositivo. La
versione beta di AppsBuilder, caricata su un nostro server a
novembre 2010, ha visto in un mese la registrazione di 2.400 utenti
con la creazione di 1.800 applicazioni. Viste le recensioni, da
subito eccellenti su blog italiani e internazionali, abbiamo deciso
di cercare supporto per proporre AppsBuilder su larga scala. In
Annapurna Ventures abbiamo trovato il partner ideale per fornirci
le competenze necessarie per lanciare un'azienda e fare di
AppsBuilder un servizio in grado di soddisfare in modo semplice,
economico e time-efficient una domanda in forte crescita".

"Abbiamo incontrato Daniele e Luigi e deciso di affiancarli
come partner nello sviluppo della loro start up. Da subito abbiamo
compreso il potenziale della loro idea in termini d’innovazione
tecnologica, individuando nella scalabilità del progetto un
elemento chiave – ha detto Massimiliano Magrini, amministratore
delegato di Annapurna Ventures, ex numero uno di Google Italia –
AppsBuilder è facilmente esportabile e può essere utilizzato a
livello globale senza alcun problema. Inoltre riteniamo il mercato
mobile strategico per la nostra attività d’investimento. Nel
2011 i ricavi degli application store supereranno i 15,1 miliardi
di dollari con un incremento del 190% . Entro il 2014 i download di
applicazioni dovrebbero essere oltre 185 miliardi e AppsBuilder ha
tutte le carte in regola per diventare un attore di riferimento per
l’accesso al mercato del mobile”.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link