Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

FREQUENZE

Niente brand “4G” per l’iPad, vincono i consumatori australiani

Apple costretta a cambiare l’etichetta del tablet specificando che non supporta l’Lte locale

14 Mag 2012

M.S.

In Australia, il nuovo iPad non avrà più l’"etichetta" 4G, ma, al contrartio, specificherà che il tablet non è compatibile con l’Lte degli antipodi. La decisione è stata presa in seguito alle proteste da parte delle associazioni di consumatori australiane per il marketing del tablet ritenuto ingannevole: l’abilitazione al 4G infatti è possibile soltanto in quei Paesi (fra i quali Stati Uniti e Canada) in cui al 4G viene dedicata la fascia di frequenze a 700Mhz. Niente 4G invece in Australia, e neanche in Europa, che per la nuova tecnologia utilizzano invece le frequenze in 800Mhz (le 700Mhz sono ancora occupate dal broadcasting). La nuova etichetta dell’iPad australiano reciterà "Questo prodotto supporta reti ultraveloci. Non è compatibile con le attuali reti australiane Lte 4G e reti Wimax".

La Australian Competition and Consumer Commission aveva portato Apple in tribunale per una pubblicizzazione "fallace" del 4G. Apple ha offerto un risarcimento ai clienti che hanno dichiarato di esser stati ingannati dall’etichetta 4G.

Argomenti trattati

Approfondimenti

4
4G
A
australia
T
tablet