Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Operazione Wind-Orascom. I russi in cerca di 4 mld di dollari

Vimpelcom va avanti sulla strada dell’acquisizione. Spunta l’ipotesi di un prestito-ponte per finanziare l’operazione

02 Nov 2010

I russi proseguono senza tregua sulla strada dell’acquisizione
dell’impero di Sawiris. Secondo quanto riferisce l'agenzia
Dow Jones, Vimpelcom starebbe considerando l'ipotesi di un
prestito-ponte da 4 miliardi di dollari, da rifinanziare sul
mercato dei bond, per far fronte al passaggio di Wind e
all’acquisizione del 52% della holding Orascom, del valore di 6,5
miliardi di dollari tra cash e azioni.
La strada però è impervia, soprattutto a causa della minaccia di
nazionalizzazione che incombe sull'algerina Djezzy che, con
Wind, è una delle società più pregiate di proprietà del magnate
egiziano. E a ostacolare i russi ci sono anche le insidie delle
clausole di cambio del controllo presenti nel debito relativo a
Wind.