Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Orange scommette sulle sim per l’m-commerce

Entro il 2011 l’operatore francese lancerà sul mercato mezzo milione di nuovi terminali destinati allo sviluppo di servizi di pagamento virtuale in mobilità

20 Dic 2010

Orange, l'operatore mobile di France Telecom, ha annunciato lo
sviluppo di una nuova generazione di sim card e terminali destinati
a semplificare lo sviluppo di nuovi servizi in mobilità
"contactless". Le nuove sim, che riguarderanno pacchetti
di servizi post pagati, saranno introdotte sul mercato europeo
nella seconda metà del 2011.

Orange sta lavorando con i produttori per garantire che almeno
metà dei nuovi modelli di smartphone che acquisterà siano
compatibili con i servizi "contactless", una volta
combinanti con la nuova generazione di sim card. L'obiettivo
dell'operatore è raggiungere 500mila clienti in Francia muniti
di terminali compatibili con i nuovi servizi entro fine 2011.

Orange sta lavorando con operatori, banche, negozianti, aziende di
trasporto, teatri e service provider alla creazione di un eco
sistema per sviluppare servizi Nfc (Near field communication).
Servizi commerciali disegnati per la realizzazione di una piazza
virtuale mobile, basata sull'm-payment.

L'operatore prende già parte a Cityzi, un progetto pilota
avviato a maggio nella città di Nizza, che partirà a livello
nazionale entro il 2011. Il progetto conta già 3mila clienti, è
capitanato dall'Afscm (Association Française du Sans Contact
Mobile) che raccoglie fra gli altri Orange, Sfr, Bouygues e Nrj
Mobile. Il primo modello di cellulare Cityzy entrerà in commercio
da gennaio.

Secondo stime di Juniper Research, il giro d'affari complessivo
dei servizi di m-payment in Europa. raggiungerà i 27 miliardi di
euro nel 2014.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link