Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

PosteMobile, un milione di sim vendute in due anni

Obiettivo: qualificarsi sul mercato delle Tlc come una concreta alternativa agli operatori di telefonia mobile tradizionali, offrendo tariffe convenienti e servizi unici e distintivi

07 Lug 2009

PosteMobile, società del gruppo Poste Italiane operativa sul
mercato della telefonia mobile dal novembre 2007, taglia il
traguardo del milione di Sim vendute. La "rivoluzione"
commerciale e tecnologica della Sim PosteMobile, si legge in una
nota della società, è basata sull'integrazione tra servizi di
telecomunicazione e servizi di pagamento, ciò che ha reso il
cellulare non solo un più conveniente mezzo di comunicazione ma
anche un vero e proprio "portafoglio elettronico".

Oltre l'80% delle persone che hanno scelto PosteMobile ha
infatti deciso di associare alla Sim il proprio strumento di
pagamento (conto corrente BancoPosta e/o carta PostePay). Dal
lancio dei "Servizi Semplifica" di PosteMobile, sono 7
milioni le operazioni sia dispositive che informative eseguite dal
telefonino di cui 3 milioni effettuate nel primo semestre 2009.
Queste operazioni hanno generato una movimentazione di denaro di
oltre 50 milioni di euro tra pagamenti e trasferimenti di denaro.
Analizzando più nel dettaglio la "torta" della clientela
di PosteMobile si evince che la quota più cospicua è costituita
da persone tra i 25 ed i 45 anni (circa il 48% del totale).

Altro dato la rescita del numero di clienti tra i cittadini
stranieri residenti in Italia, attualmente oltre il 15% del totale,
ottenuta grazie alle offerte mirate per le chiamate verso
l'estero.