Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Record di utenti nel mercato Iptv Asia-Cina

22 Lug 2011

Zte Corporation ha annunciato il conseguimento di due importanti
risultati: il premio “Vendor dell’anno” per le tecnologie
Optical e Iptv (quest’ultima per il terzo anno consecutivo),
assegnato dall’istituto globale di ricerca Frost & Sullivan in
occasione degli Itc Awards 2011; e il primo posto nella speciale
classifica di revenue share nel primo trimestre 2011 per la
categoria Packet Transmission Networking (Ptn), stilata da
Dell’Oro Group, quotata azienda che effettua ricerche di
mercato.

Secondo la ricerca di Frost & Sullivan, Zte è prima per numero di
utenti nei mercati Iptv di Asia e Cina, con un market share
dell’11% e terza nel mercato globale dell’Iptv middleware. Zte
sfrutta la sua esperienza operativa e l’elevata specializzazione
nell’esecuzione dei progetti per creare affascinanti esperienze
multimediali e di digital life per favorire, così, una continua
espansione della base clienti. Zte ha all’attivo 33 soluzioni
commerciali Iptv, servendo più di 5 milioni di utenti online nel
mondo.

Secondo il recente Optical Transport Report pubblicato da
Dell’Oro Group invece, Zte ha ottenuto un market revenue del
43,9% piazzandosi al primo posto nella categoria PTN. Questo
risultato segna anche una straordinaria crescita nei profitti, in
aumento del 150% rispetto allo stesso periodo dello scorso
anno.

Le vendite di prodotti Optical Packet rappresentati da Ptn hanno
fatto registrare profitti pari a $755 milioni nel primo trimestre
2011, con un aumento del 50% rispetto allo stesso periodo dello
scorso anno, facendoli entrare di diritto tra i prodotti di punta
nel settore On. I profitti di Zte provengono in larga parte dalle
vendite nelle aree Asia/Pacifico, EMEA e America Latina.
I prodotti Ptn di Zte sono stati utilizzati per fini commerciali su
larga scala da tre operatori in Cina e da molti noti operatori di
telecomunicazioni in Europa e America Latina.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link