Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Registrati 235 brevetti sull’Lte

14 Gen 2011

Zte azienda specializzata nella fornitura di apparati di
telecomunicazioni e soluzioni di rete, ha annunciato oggi di essere
in possesso di 235 brevetti Ep (essential patents) per gli standard
Lte, cosa che la rende nei fatti uno dei principali vendor
mondiali.
Zte detiene una quota pari al 7% di tutti i brevetti Lte indicati
nel database online Ipr (Intellectual Property Rights)
dall'Istituto Europeo per gli Standard nelle Telecomunicazioni
lo scorso 30 novembre 2010.

I brevetti Zte sono un segno delle sue forti potenzialità in tema
di ricerca e sviluppo Lte. Tale percentuale è stata ottenuta
grazie ai continui investimenti di Zte nella ricerca e nello
sviluppo sulle più importanti tecnologie legate a Lte a partire
dal 2004.
Alla fine del 2010 Zte aveva presentato all’organizzazione 3Gpp
oltre 6800 proposte, più di 3900 delle quali erano connesse alle
tecnologie Lte/Sae, e più di 2900 richieste di brevetto nel
settore Lte.

Per il futuro, Zte ha l'obiettivo di aumentare la sua attuale
quota di brevetti Lte passando dal 7% al 10% entro il 2012, secondo
quanto afferma Hu Jian, Vicepresidente di Zte. L’azienda
destinerà inoltre maggiori risorse nella ricerca e nello sviluppo
e adotterà un approccio proattivo nel miglioramento degli standard
4G e nello sviluppo degli standard 4G+.

“Siamo convinti che la distribuzione uniforme di brevetti Lte tra
diversi vendor contribuirà alla creazione di un ambiente
equilibrato per quanto riguarda le licenze Ipr, favorendo lo
sviluppo del mercato 4G,” ha affermato Hu Jian, sottolineando
come Zte sia impegnata a seguire il principio Frand (fair,
reasonable and non-discriminatory – equo, ragionevole e non
discriminatorio) nei confronti di ogni azienda che intenda ottenere
licenze di brevetto da Zte Corporation.