Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ricavi in crescita per T-Systems. Traina il biz internazionale

Nel primo quarter 2010 fatturato in aumento dell’1,2%. Le performance “straniere” a +5,7%

20 Mag 2010

Chiude con ricavi in aumento il primo trimestre di T-Systems. La
società di DT ha registrato un incremento dell'1,2%, anno su
anno, raggiungendo un totale di 2,1 miliardi di euro. Il risultato
è da attribuire, in particolare, alla crescita del business
internazionale pari al 5,7%.
“I numerosi accordi siglati lo scorso anno con clienti corporate
hanno contribuito al raggiungimento di questi risultati – spiega
la società in una nota -. L’andamento positivo degli ordini è
proseguito anche nel primo trimestre di quest'anno grazie a
nuovi contratti siglati con Swiss Federal Railways, Tui Travel,
German Aerospace Center (Dlr), e Deutsche Post Dhle. Nonostante la
congiuntura economica e finanziaria internazionale, nei primi tre
mesi del 2010 i nuovi ordini sono aumentati del 7,3%”.

Le attività con i clienti esterni al Gruppo Deutsche Telekom sono
aumentate del 2,4%, a conferma della posizione sempre più
consolidata di T-Systems sui mercati nazionali e internazionali. Il
fatturato relativo al business all’interno del Gruppo si è
ridotto a 0,6 miliardi di euro – un calo dell'1,8% rispetto
all'anno precedente – che sottolinea il contributo di T-Systems
al piano di ottimizzazione dei costi nell’ambito del gruppo.

In crescita anche la redditività. L’Ebit ha infatti registrato
una crescita pari al 38,2% raggiungendo i 47 milioni di euro grazie
all’ampio programma di ottimizzazione e aumento
dell'efficienza denominato Save for Service. Il margine Ebit è
stato del 2,2%, in rialzo rispetto all'1,6% registrato nello
stesso trimestre dell'anno precedente. L'Ebitda rettificato
del segmento operativo di Systems Solutions registra una flessione
del 7,1% ed è pari a 0,2 miliardi di euro nel primo trimestre, una
variazione in gran parte ascrivibile ai maggiori costi dei beni e
servizi acquistati in relazione ai nuovi contratti.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link