Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ricerca e sviluppo nelle Tlc, intesa British Telecom-Zte

Le due aziende metteranno in comune esperienza e know-how per studiare servizi telecom di nuova generazione mobili e fissi oltre a standard internazionali in grado di favorire convergenza e interoperabilità

03 Giu 2011

British Telecom e la cinese Zte alleate per la ricerca in ambito
telecom: insieme le due aziende esploreranno il futuro dei servizi
di telecomunicazione fissa, mobile e wireless. L’alleanza, si
legge in un comunicato, metterà insieme il know-how di Zte nelle
attrezzature e soluzioni di rete con le capacità di fare
innovazione e l’esperienza del colosso telecom britannico, che
porta servizi di comunicazione in più di 170 Paesi del mondo.

“Si tratta di un nuovo esempio dell’impegno di Bt verso
un’innovazione aperta”, ha dichiarato Clive Selley, Cio di Bt
Group: “Metteremo insieme i nostri partner, i clienti e i centri
di ricerca universitari per sviluppare nuovi servizi e migliorare
costantemente la customer experience. Siamo molto soddisfatti del
patrimonio di conoscenze e del livello di preparazione dei tecnici
e ricercatori di Zte; unenendo le nostre forze e la nostra
esperienza, che sono complementari, su una serie di progetti di
ricerca, ci aspettiamo che questa alleanza si riveli molto
fruttuosa per noi e i nostri rispettivi clienti”.

“E’ un privilegio per Zte lavorare con un carrier globale di
primo livello come Bt”, ha commentato da parte sua Xie Daxiong,
Evp e Cto dell’azienda cinese. “L’esperienza in Gran Bretagna
e in tutto il mondo di Bt e le sue risorse sono l’ideale
complemento per un’azienda come Zte che ha conquistato un ruolo
di primo piano nelle tecnologie fisse e mobili e nella
realizzazione di nuovi device. Ci aspettiamo una collaborazione
molto efficace”.

L’accordo sigla la prima collaborazione del genere tra Bt e Zte.
Le due aziende mirano a sviluppare non solo soluzioni telecom di
nuova generazione ma anche standard internazionali che favoriscano
l’interoperabilità e la convergenza dei sistemi di comunicazione
globali.

L’alleanza nella ricerca e sviluppo ha un forte valore per
entrambi i partner, notano gli analisti: collaborare con carrier
globale delle dimensioni di Bt aiuterà Zte a rafforzare la sua
presenza fuori dalla Cina, mentre il colosso britannico potrà
sfruttare a suo vantaggio lo stretto legame con uno dei principali
vendor mondiali nel momento in cui cerca di proporre al mercato
nuovi servizi.