Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL PIANO

Rim, BlackBerry10 e taglio costi le “armi” per il rilancio

Il ceo Thorsten Heins ha delineato agli azionisti il piano strategico. Confermati 5mila esuberi. Riflettori puntati sullo smartphone che debutterà nel primo trimestre 2013. Avanti tutta sul PlayBook: “Sarà un gamig device”

11 Lug 2012

F.Me.

Thorsten Heins punta a rilanciare Rim. In occasione dell’ assemblea degli azionisti tenutasi ieri, il ceo della casa produttrice del BlackBerry delineato il suo piano strategico sottolineano di non essere “soddisfatto” delle performance dell’azienda ma di voler lavorare “per portare a compimento con successo gli obiettivi di rilancio”.

Nel dettaglio Heins ha confermato il debutto sul mercato del BlackBerry10 per il primo trimestre del 2013, non escludendo che in futuro Rim possa dare in licenza la nuova piattaforma nata dal BlackBerry10.

“Il BlackBerry10 – ha detto il ceo – non sarà solo un nuovo sistema operativo, ma un nuova piattaforma che rivoluzionerà il modo con il quale ci interfacceremo ai device mobili”.

E’ inoltre stata confermata la ristrutturazione aziendale: 5000 lavoratori in esubero, snellimento di della rete di fornitori, commerciale e dell’assistenza prodotti. Il piano – secondo le stime – dovrebbe generare risparmi per 1 miliardo di dollari.

Verrà inoltre alleggerito il portafoglio prodotti con la creazione di un settore premium (il BlackBerry10) ed un settore entry level con l’attuale BlackBerry 7.

Heins ha inoltre rinnovato l’impegno per BlackBerry PlayBook che diventerà – ha spiegato il ceo – “un gaming device”.

Il ceo ha annunciato che anche il secondo trimestre, in termini di vendite e di ricavi, potrebbe essere difficile, ma ha anche detto che la società dispone di ha un ottimo cash flow che gli permetterà di affrontare il grande periodo di cambiamento.