Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Samsung si dà alla moda: via all’acquisizione di Ferrè

Il ministero per lo Sviluppo Economico ha autorizzato la vendita per 18 milioni al fondo Prodos, legato al gruppo sudcoreano, in partnership con Salmer Shipping

11 Nov 2010

Gianfranco Ferrè passa sotto il controllo di Samsung. Dopo 20 mesi
di controlli e trattative, il ministero per lo Sviluppo Economico
ha autorizzato la vendita della maison italiana, al gruppo coreano
dell'elettronica.

Lo storico marchio di alta moda è stato ceduto a Prodos Capital
Managem (Pcm), fondo di private equity, legato al gruppo Samsung,
in partnership con Salmar Shipping (società di trasporto marittimo
e di prodotti petroliferi che fa capo alla famiglia di armatori
greci Salonitis). Ne dà notizia il quotidiano Milano Finanza,
sottolineando come la scelta di Prodos sia stata preferita a quella
dell'imprenditore egiziano Hamed Eleish, (anche lui in corsa
per l'acquisto della maison) per aver messo sul piatto delle
trattative ben 18 milioni di euro.

Samsung ha però aspettato che Prodos vincesse la gara, prima di
esporsi e palesarsi come partner industriale nell’operazione.
Il brand Ferrè potrà finalmente tornare in attivo dopo quasi due
anni di gestione controllata da parte dei tre commissari speciali
Andrea Ciccoli, Stanislao Chimenti e Roberto Spada, che sono
riusciti a riportare l’azienda da uno stato di insolvenza e
paralisi produttiva ad una condizione di appetibilità per il
mercato.

Samsung dal canto suo non è nuova alla moda: nel 2005, lanciò il
marchio Derercuny, affidato alla designer Mina Lee, brand poi
chiuso pochi anni dopo il debutto.