Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Samsung: utili in ribasso, ma il Galaxy surclassa l’iPhone

Il gruppo sudcoreano chiude il terzo trimestre con profitti a 2,2 miliardi di euro, in calo del 23%. A far precipitare i conti le forti perdite del business dell’elettronica. Va bene invece la telefonia: 27,8 milioni di smartphone venduti, 10 milioni in più rispetto a Apple

28 Ott 2011

Samsung Electronics ha annunciato un utile netto in calo del 23%
nel terzo trimestre del 2011, rispetto al corrispondete periodo di
un anno prima a causa del rallentamento economico nel mondo. Ma la
forte richiesta di smartphone ha compensato la riduzione dei
guadagni. L'utile netto si attesta a 3.442 miliardi di won (2,2
miliardi di euro), contro i 4.445 miliardi di won dello stesso
periodo del 2010.

Samsung Electronics, leader mondiale nei chip di memoria e nei
dispositivi a schermo piatto, aveva segnato un utile netto di 3.506
miliardi di won nel secondo trimestre del 2011.

L'utile operativo è sceso del 12,6% a 4.252 miliardi di won. I
ricavi sono aumentati leggermente (+2,6%) a 41.273 miliardi di won,
in linea con le previsioni annunciate dal gruppo all'inizio del
mese. Gli scarsi risultati nelle sua attività sugli schermi piatti
sono stati parzialmente compensati dai buoni dati registrati dalla
telefonia, ha detto il gruppo.

Il settore delle telecomunicazioni ha registrato un fatturato di
14.900 miliardi di won, in crescita del 37%, grazie alle vendite
del suo smartphone Galaxy S. L'utile operativo ammonta a 2.520
miliardi di won, pari al 59% del profitto totale. Secondo la
società di ricerca Strategy Analytics, Samsung Electronics ha
venduto più smartphone nel terzo trimestre rispetto al suo grande
rivale, l'americana Apple.

Samsung ha venduto 27,8 milioni di unità, Apple 17,1 milioni e
16,8 milioni la finlandese Nokia. La quota di mercato in Corea del
Sud in un anno è aumentata dal 9,3 al 23,8%, sempre per gli
smartphone, quella del gruppo statunitense è scesa dal 17,4 al
14,6% e per Nokia dal 32,7 al 14,4%.

Complessivamente il mercato globale degli smartphone è cresciuto
del 44% a 117 milioni di unità. La quota di mercato della
finlandese Nokia è scesa dal 32,7% al 14,4%. In compenso nel
mercato dei cellulari Nokia perde il 5% di quota di mercato, ma
mantiene il primato con il 27,3%, davanti a Samsung che ha il
22,6%.

Samsung si aspetta di dominare il mercato dei cellulari anche nel
quarto trimestre e riconosce che il suo solo vero rivale al momento
è solo l’iPhone 4S di Apple.

L'azienda sudcoreana si aspetta un aumento delle vendite di
televisori a schermo piatto nel quarto trimestre e la prosecuzione
degli ottimi risultati per i telefoni. Ma ha anche avvertito di
"un rischio di rallentamento della domanda rispetto agli anni
precedenti, dovuto alle incertezze economiche del mondo".

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link