Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Servizi digitali, Sarmi: “Sicurezza e trasparenza le chiavi di volta”

L’Ad di Poste Italiane: “Solo così si possono generare benefici per cittadini, Pmi e amministrazioni”

27 Mag 2011

Sicurezza, affidabilità e trasparenza sono i tre valori-chiave sui
quali basare lo sviluppo dei servizi di comunicazione digitale a
beneficio dei cittadini, delle piccole e medie imprese e della
pubblica amministrazione. Lo ha sottolineato oggi a Roma l'Ad
di Poste Italiane, Massimo Sarmi, in occasione della Conferenza
annuale della International post corporation (Ipc) che ha riunito
per la prima volta in Italia il top management dei 24 più
importanti operatori postali di Europa, Nord America e
Asia-Pacifico per discutere sul tema "Il business digitale:
opportunità per creare valore".

"La conferenza – ha spiegato Sarmi – rappresenta una pietra
miliare nella evoluzione dei rapporti tra operatori postali, che
prendono atto della naturale evoluzione dei sistemi di
comunicazione e si confrontano su come aggiungere valore al
business tradizionale della comunicazione. Grazie alle nuove
tecnologie gli operatori postali hanno oggi l'opportunità di
sviluppare nuovi servizi sulle rispettive piattaforme tecnologiche,
basati sui principi cardine della sicurezza dell'affidabilità
e della trasparenza".

Nel corso dei lavori della Conferenza è stata affermata la
necessità di attuare in modo efficace una strategia comune per lo
sviluppo della comunicazione digitale, sottolineando che il punto
di partenza imprescindibile sia la condivisione di standard
tecnologici comuni, che garantiscano l'interoperabilità.

"Il forum naturale per tale condivisione – ha aggiunto Sarmi
– è l'Unione Postale Universale (Upu), l'organismo
dell'Onu cui aderiscono tutti gli operatori postali del mondo.
Spero tuttavia che l'evento odierno dia l'avvio ad una più
stretta collaborazione tra Upu e Ipc, contribuendo a facilitare
questo processo di integrazione".

L'International Post Corporation è stata fondata nel 1989. Vi
aderiscono 24 operatori postali operanti in Europa, Nord America e
nella regione Asia-Pacifico. L'obiettivo dell'Ipc è lo
sviluppo e il miglioramento dei servizi postali, con particolare
attenzione al servizio di corriere internazionale, alla
compensazione tra operatori postali, al miglioramento dei sistemi
di sicurezza e alla creazione di una piattaforma di scambio di
informazioni per favorire l'incontro e il confronto di idee ed
esperienze tra top manager.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link