Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Telecom Italia: Bernabè presidente esecutivo, Patuano Ad e Minucci vicepresidente

Franco Bernabè sarà presidente con ampi poteri operativi e il “coordinamento delle attività” del nuovo amministratore delegato, Marco Patuano, cui vengono affidate le operations italiane

13 Apr 2011

Sarà Franco Bernabè il vero capo azienda di Telecom Italia,
assumendo su di sé sia le funzioni di presidente (chairman) sia
molte funzioni operative (Ceo). Gli spetterà anche il
"coordinamento delle attività dell’attività
dell’Amministratore Delegato", ruolo cui è stato promosso
Marco Patuano che avrà la responsabilità del "governo
complessivo delle operations nazionali". Aldo Minucci è stato
nominato Vice Presidente. Queste le principali decisioni del nuovo
Cda eletto ieri dall'Assemblea e che oggi si è riunito per la
prima volta.

"Al Presidente Esecutivo – informa un comunicato stampa di
Telecom Italia – risultano attribuite la rappresentanza della
Società, come per Statuto, e tutti i poteri – da esercitarsi con
firma singola – necessari per compiere gli atti pertinenti
all’attività sociale nelle sue diverse esplicazioni; il governo
complessivo del Gruppo, ivi incluso il coordinamento
dell’attività dell’Amministratore Delegato, e la definizione
delle linee di indirizzo strategico dell’impresa; la
responsabilità delle operazioni straordinarie e di finanza
straordinaria da proporre al Consiglio di
Amministrazione".

La nota prosegue dettagliando le funzioni attribuite al top
management.

Al Vice Presidente risultano attribuite la rappresentanza della
Società, come per Statuto, in caso di assenza o impedimento del
Presidente; la delega in materia di funzionalità del sistema di
controllo interno.

All’Amministratore Delegato sono conferite la rappresentanza
della Società, come per Statuto, e tutti i poteri – da esercitarsi
con firma singola – necessari per compiere gli atti pertinenti
all’attività sociale nelle sue diverse esplicazioni; il governo
complessivo delle operations nazionali. Il ruolo di Lead
Independent Director è stato affidato al Consigliere Luigi
Zingales.

Il Cda ha inoltre provveduto al rinnovo dei Comitati interni,
chiamando a far parte rispettivamente: del Comitato Esecutivo: il
Presidente Esecutivo, il Vice Presidente, l’Amministratore
Delegato e i Consiglieri Ferdinando Beccalli Falco, Elio Cosimo
Catania, Julio Linares Lopez, Renato Pagliaro, Mauro Sentinelli;
del Comitato per il controllo interno e per la corporate
governance: i Consiglieri Elio Cosimo Catania, Jean Paul Fitoussi,
Francesco Profumo, Mauro Sentinelli, Luigi Zingales; del Comitato
per le nomine e la remunerazione: i Consiglieri Elio Cosimo
Catania, Jean Paul Fitoussi, Gabriele Galateri di Genola, Francesco
Profumo.

Le attribuzioni dei Comitati interni restano regolate dal Codice di
autodisciplina della Società, con affidamento peraltro delle
seguenti responsabilità aggiuntive: al Comitato Esecutivo il
compito di esprimere un parere preventivo sulle operazioni
sottoposte ad approvazione del Consiglio di Amministrazione ai
sensi del punto 3.2 del Codice di autodisciplina, vale a dire sulle
operazioni che, per loro natura, rilievo strategico, entità o
impegni che possono comportare, abbiano incidenza notevole
sull’attività della Società e del Gruppo; al Comitato per il
controllo interno e per la corporate governance la responsabilità
specifica in materia di operazioni con parti correlate come da
apposita Procedura e la funzione di alta supervisione in materia di
corporate social responsibility; al Comitato per le nomine e la
remunerazione la responsabilità in materia di processo di
successione e rimpiazzo del management e di selezione/designazione
del componente esterno dell’Organismo di Vigilanza, oltre che il
compito di formulare proposte in ordine ai criteri di riparto del
compenso complessivo stabilito dall’Assemblea per l’intero
Consiglio di Amministrazione.

Il Codice di autodisciplina della Società sarà coerentemente
modificato in una prossima riunione.
Il Cda ha preventivamente proceduto all’accertamento dei
requisiti dei suoi componenti, di cui 6 su 15 risultano in possesso
dei requisiti di indipendenza previsti dal Tuf e dal Codice di
autodisciplina di Borsa Italiana S.p.A.: Ferdinando Beccalli Falco,
Elio Cosimo Catania, Jean Paul Fitoussi, Francesco Profumo, Mauro
Sentinelli e Luigi Zingales.

Infine il Consiglio di Amministrazione ha aggiornato il calendario
delle riunioni di approvazione dei resoconti finanziari per
l’anno 2011 (già diffuso in data 30 settembre 2010), che risulta
così modificato: 5 maggio: Consiglio di Amministrazione per
l’approvazione del resoconto intermedio di gestione al 31 marzo
2011 (conferma); 4 agosto: Consiglio di Amministrazione per
l’approvazione della relazione finanziaria semestrale 2011
(conferma); 10 novembre: Consiglio di Amministrazione per
l’approvazione del resoconto intermedio di gestione al 30
settembre 2011 (modifica: la riunione era già stata programmata
per il giorno 3 novembre 2011).

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link