Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L'OPERAZIONE

Telecom Italia: scorporo rete, al vaglio la quotazione della newco

Secondo indiscrezioni di stampa non ci sarebbe ancora un accordo tra l’operatore e la Cdp sulla valutazione dell’asset

29 Apr 2013

E.L.

Telecom Italia, secondo indiscrezioni di stampa, starebbe considerando la quotazione in Borsa della newco alla quale trasferirà la rete, coinvolgendo la Cassa Depositi e Prestiti. Non ci sarebbe ancora un accordo sulla valutazione implicita della rete fissa, che dovrebbe essere pari a 15 miliardi euro per Telecom e 10 miliardi per Cdp. “Nel nostro caso base, le attività domestiche ex rete dovrebbero trattare implicitamente meno di 3 volte l’Ebitda e ci aspettiamo un re-rating” dell’azione, commentano da Kepler.

Inoltre, continuano gli esperti, separando la rete, il gruppo tlc dovrebbe cristallizzarne il valore e diminuire i rischi per il bilancio, affrontando il problema principale della struttura azionaria che non supporta la crescita industriale di lungo periodo. “Questo è il motivo per cui pensiamo che la società andrà avanti con la separazione della rete e la vendita delle attività commerciali a Hutchison Whampoa, mentre un aumento di capitale in questo piano è “improbabile”, concludono dalla casa d’affari.

Oggi il titolo è balzato in Borsa di quasi il 4% per chiudere a +3,7%.