Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Telefonica, in Brasile solo il brand Vivo

L’operatore spagnolo annuncia che dal primo trimestre 2012 i prodotti della unit sud-americana confluiranno sotto un unico “cappello”. E’ l’atto finale della lunga fusione con l’ex gioiello di Portugal Telecom. E intanto si lavora allo sbarco nel mercato della pay-tv

14 Set 2011

L'unità brasiliana di Telefonica passerà tutti i suoi
prodotti sotto il brand di Vivo a partire dal prossimo anno.
L’annuncio è stato dato da Carlos Valente, responsabile
dell’operatore spagnolo per le attività brasiliane. “Abbiamo
fissato una data per il passaggio – ha puntualizzato il manager
ai giornalisti – e questa data è il primo trimestre 2012”. Un
ulteriore passo che mette fine alla lunga fusione tra Telefonica e
l’ormai l’ex gioiello di Portugal Telecom che, a fine ottobre,
passerà formalmente e definitivamente sotto l’ombrello degli
spagnoli.

Secondo Valente l’operazione creerà un maggiore valore per gli
utenti finali grazie la lancio di nuovi servizi, come quello di
telefonia fissa wireless previsto per la fine del 2011.
Telefonica punta inoltre a fornire servizi tv a pagamento, ma per
farlo deve aspettare la nuova legge, già approvata dal Congresso
brasiliano, in attesa di essere firmata dal presidente Dilma
Rousseff.
Nel 2006 gli spagnoli hanno acquisito una partecipazione di Tva di
proprietà del Gruppo Abril. Solo se la legge dovesse essere varata
Telefonica potrebbe aumentare questa partecipazione, dato che la
normativa vigente impedisce che una società straniera possieda una
quota superiore del 50% di un’azienda brasiliana.

Valente ha detto che la legge dovrebbe essere varata in sei mesi e
che Telefonica sta già lavorando alle nuove strategie. “La pay
tv ha un potenziale enorme in Brasile”, ha puntualizzato il
manager.