Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Telefonica più forte nel mercato cinese Accordo strategico con China Unicom

Gli spagnoli saliranno dal 5,38% all’8% nel gruppo cinese, China Unicom entra in Telefonica con lo 0,88%

07 Set 2009

Accordo storico tra la spagnola Telefonica e il colosso China
Unicom: la multinazionale di Cesar Alierta ha firmato a Pechino
un’alleanza strategica con la telecom asiatica (secondo
operatore di cellulari e telefonia fissa del Paese più popolato
del mondo) che prevede uno scambio azionario tra le due
imprese.

Telefonica, che già deteneva il 5% di China Unicom, passa a
controllare più dell’8% del capitale, mentre l’azienda di
Chang Xiaobing sbarca in quello di Telefonica con lo 0,89%, per
cui diventa il terzo socio. E’ la prima volta che una compagnia
cinese entra direttamente nel capitale di una europea – e non
si tratta di un’azienda qualunque: Telefonica è l’operatore
leader in Europa, terzo nel mondo, nonché maggiore azionista
singolo di Telecom Italia. Ma anche China Unicom, con una base di
280 milioni di clienti, è un colpo grosso per la telecom guidata
da Alierta.

L’accordo ha una valenza strategica importante. Le due partner
potranno contare su un mercato potenziale di 550 milioni di
utenti, mentre sul fronte delle collaborazioni si aprono per
entrambe spazi enormi: China Unicom potrà avvalersi della
tecnologia iberica per migliorare prodotti e servizi, mentre
Telefonica partirà alla conquista di un mercato con tassi di
crescita eccezionali.