Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Tim Brasil pronta a cablare l’Amazzonia

Il progetto da 109 milioni di dollari punta alla realizzazione di un network da 2mila km di fibra ottica in grado di servire 27 comuni in tre Stati. Il cantiere al via ad ottobre

20 Lug 2011

Tim Brasil ha intenzione di fornire un importante contributo alla
crescita dei servizi di banda larga del Paese sud-americano con un
nuovo progetto che prevede la realizzazione di una rete in fibra
ottica da 171 milioni di real (109 milioni di dollari americani)
che coprirà 27 comuni in tre Stati (Amazzonia, Parà e
Amapà).

Tramite un accordo con Lt Amazon, Tim Brasil installerà 1.985 km
di cavi ottici che attraverseranno 3.600 torri per la trasmissione
elettrica della utility regionale. La nuova rete in fibra dovrà
sostituire l’attuale rete satellitare di Tim Brazil; i lavori
inizieranno a ottobre e la conclusione dell’installazione è
prevista per il 2013. Tim Brasil ha dichiarato che il nuovo network
accrescerà la sua base utenti del 9%.

Tim Brasil, dopo Vivo, è l’operatore brasiliano che ha investito
di più quest’anno nell’espansione della copertura 3G in
Brasile nei primi mesi del 2011, secondo i dati resi noti dalla
società di consulenza Teleco. Vivo ha raggiunto 1.448 comuni,
contro i 1.206 coperti a dicembre 2010. Tim è seconda in termini
di crescita della sua rete 3G, avendo portato le connessioni a 250
comuni nella prima metà del 2011, contro i 196 coperti a fine
2010.

Tim è invece superata in termini di città raggiunte dalla
concorrente Claro, che copre 411 siti alla fine del primo semestre
2011, contro 402 raggiunti a dicembre 2010. Oi invece ha registrato
le performance peggiori tra i quattro operatori brasiliani, perché
non ha esteso la sua rete 3G nei primi sei mesi dell’anno,
restando ferma a 211 comuni connessi.

In tutto la copertura 3G tocca 1.543 comuni su 5.560 in Brasile;
tuttavia Teleco sostiene che solo 109 siti brasiliani possono
vantare un vero mercato competitivo del 3G.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link