Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Tv e auto nel mirino di Microsoft

La scelta dei chip Arm da parte dell’azienda capitanata da Ballmer apre nuovi scenari di business

31 Mag 2011

Preparatevi a ritrovare il familiare software Windows di Microsoft
anche su televisori e automobili. La chiave che aprirà la porta di
nuove applicazioni alla piattaforma di Bill Gates è l’adozione
da parte di Microsoft della tecnologia per i chip di Arm. A
dichiararlo è la stessa azienda britannica, i cui processori
alimentano molti dei più diffusi smartphone e tablet, compreso
l'Apple iPad.

Secondo le indiscrezioni riportate dall’agenzia di stampa
Bloomberg, questa settimana Microsoft darà una preview del suo
sistema operativo Windows disegnato appositamente per i tablet.
Adattare Windows in modo da supportare al meglio le funzionalità
di questi device aiuterà Microsoft a competere ad armi pari con
l'Appe iPad ma anche permetterà ad Arm di accrescere il suo
share di mercato e trovare nuovi utilizzi per la sua tecnologia,
secondo quanto afferma il presidente Tudor Brown. Che aggiunge: Arm
potrebbe cominciare a generare royalties dai chip che usano la sua
tecnologia e alimentano laptop e tablet basati su Windows già il
prossimo anno.

“Ciò che potrebbe veramente cambiare le carte in tavola è quali
nuove opportunità si creano per Microsoft e di conseguenza per i
nostri chip”, dichiara Brown. “Con la nostra tecnologia
applicata ai device basati su software Windows, si apre la porta di
un mercato molto più vasto e si trasforma il sistema operativo
Microsoft in una piattaforma valida anche per le tv e
l’elettronica per le automobili”, secondo il presidente di
Arm.

Arm prevede che la sua quota sul mercato dei chip usati nei mobile
computer (come tablet, notebook e netbook) crescerà di 50 volte
entro il 2015, continua Brown. Solo nel 2011, lo share della
società inglese salirà dall’attuale 10% al 15%. Ma intanto Arm
cerca nuove applicazioni per la sua tecnologia e rispondere così
alla concorrenza portata da Intel, il più grande produttore
mondiale di chip per computer che preme per rosicchiarle quote di
mercato sui segmenti di tablet e smartphone dove Arm è in
vantaggio. Arm a sua volta cerca di conquistare spazio sui mercati
dei Pc e dei server presidiati dalla rivale americana.

“Vedremo sempre più tablet, ma anche laptop e server, alimentati
da processori Arm e questo creerà interessanti opportunità”,
commenta Jerome Ramel, analista di Exane Bnp Paribas a Parigi.
“Per server e laptop, l’efficienza energetica sta diventando
sempre più importante e questo è un punto di forza di Arm”.